Mi Milano Prêt-à-Porter: sempre più talent scouting e uno sguardo alla Cina

Sesta edizione, con circa 200 collezioni dedicate all'autunno-inverno 2012/2013, per Mi Milano Prêt-à-Porter, la rassegna di Fieramilanocity (con ingresso da viale Scarampo), in programma da domani al 27 febbraio.
Gli organizzatori intendono andare oltre il concetto tradizionale di salone: in primo piano un mix di realtà nuove e consolidate e momenti di approfondimento su una serie di argomenti di attualità.
Tra le aree di punta della manifestazione spicca Mipap+, dedicata alle sinergie tra creatività e industria, che accende i riflettori sui vincitori di My Own Show, concorso promosso dallo Ied (Istituto Europeo di Design): Sante Bozzo, Vincenzo Lattanzio e Inés Valagut nella categoria Fashion Design e, alla voce Fashion Stylist, Francesca Lancia. L'iniziativa, messa a punto in partnership con due importanti player del made in Italy come Moschillo/Falber e Valentino Fashion Group, prevede la presentazione di una serie di capsule collection nel caso di Bozzo, Lattanzio e Valagut, mentre a Francesca Lancia è associato Refugens, un progetto editoriale e cartaceo di Ied Roma che si avvale del supporto di vogue.it.
Ancora nomi emergenti nella sezione Hothouse, con 22 protagonisti, non più solo italiani, tra i quali Nicholas Julitta con la linea 100% Organic, Katerina Evmenyeva, che dalla Russia porta nel capoluogo lombardo le proposte firmate Succub, Natargeorgiou direttamente da Cipro e altre label da tenere d'occhio: D.Effect, Nono Leni, Jonhnn & Lennox, Cristina Miraldi, Cor Sine Labe Doli per gli accessori, Maiden Art per i gioielli e Giulia Gobbi per le scarpe, solo per citare alcuni nomi.
A complemento della kermesse, da non perdere il convegno di lunedì prossimo, intitolato "Si fa presto a dire Cina. Luoghi comuni da sfatare, strategie da intraprendere", con gli interventi di Giulio Gallazzi e Jin Shen di Npv Group (advisor internazionale la cui mission è affiancare le aziende italiane nell'internazionalizzazione, soprattutto in Asia), Antonio Franceschini di Cna Federmoda e portavoce di aziende del calibro di Ferrarelle, Vic Matié, A.Testoni e Paladini. L'incontro si terrà nella "reading room" all'ingresso, che funge da contenitore di informazioni, idee e spunti, con open lecture sulle tendenze (tenute dall'art director di Mi Milano Prêt-à-Porter, Andrea Batilla e accompagnate dal lancio del libro Street Cool, una guida al vestire contemporaneo edita da Gribaudo) e, domattina, un interessante confronto con i vertici di Google Italy sul tema "Scenari di mercato, opportunità e sfide nell'era dell'economia digitale".
a.b.
stats