Mi Milano Prêt-à-porter e N.O.W fashion exhibition: al via domani i primi saloni milanesi

Dopo aver preso il posto, lo scorso settembre, dello storico Milanovendemoda, Mi Milano Prêt-à-porter è pronto per la sua seconda edizione, in programma a Fieramilanocity da domani fino al primo marzo. Fa il bis anche N.O.W fashion exhibition, l’appuntamento dedicato a pronto programmato e capsule di stagione.
Con 215 espositori e la nuova regia di Fiera Milano Rassegne - il gestore degli eventi espositivi costituito recentemente da Fiera Milano (vedi fashionmagazine.it del 2 febbraio) - Mi Milano Prêt-à-porter punta su un triplo asset per tramutare l’imminente rendez-vous in successo: i giovani, da affiancare ad aziende già affermate, l’arte e la solidarietà. Da un lato gli organizzatori hanno infatti reclutato una decina di under 35 italiani, titolari di collezioni “anti banalità, anti dogmi fashionisti e anti serialità”, come quelle firmate Leitmotiv, February, Georgia Turri, Vivetta, Paolo Errico, Federica Moretti, Frei und Apple, Manuel Bozzi, Misuraca e Lemuria. E, dall’altro, hanno scommesso su una mostra (per la prima volta aperta al pubblico) che ha già fatto tappa a Firenze e che ora approda nei padiglioni di Mi Milano prêt-à-porter: “Amazonlife project.Viaggio in Amazzonia”. Un documento iconografico stilato da Marco Paoli e Pierpaolo Pagano, con una video-installazione di Fabio Ferioli: un progetto che racconta vite, volti, mani di seringueiros (gli indigeni che estraggono il caucciù) da Manaus al Mato Grosso, fortemente voluto da Braccialini, licenziataria del marchio Amazonlife, sinonimo di borse prodotte in Italia e realizzate con materiali naturali o riciclati, allo scopo di preservare il polmone verde più ampio della Terra.
Nell’ambito di questa iniziativa, il brand ha deciso di donare 100 borse Amazonlife in caucciù e 100 coperte all’associazione City Angel, da destinarsi ai senzatetto della nostra città.
Negli stessi spazi e nelle stesse date di Mi Milano Prêt-à-porter andrà in scena anche N.O.W fashion exhibition, la seconda edizione del concept espositivo focalizzato sul pronto programmato e capsule di stagione, nato dalla collaborazione tra Fiera Milano Rassegne e M.seventy di Massimiliano Bizzi: pur mantenendo ristretto il numero delle realtà partecipanti (i marchi presenti sono 27), la manifestazione allarga i suoi confini, con new entry come Acciaio e Relish. E, tra le novità, oltre ad annunciare un accordo con Coin (vedi fashionmagazine.it del 12 febbraio), propone l’installazione artistica Cyber Tree DM_1, un focus sul jeans ideato dallo stilista Max Mazza per la presentazione della neonata collezione Olyo Denim.
a.t.
stats