Mido: al via domani con 1.246 espositori, in vista di importanti novità per il 2009

Nel 2009 il Mido, mostra internazionale di ottica, optometria e oftalmologia, si svolgerà dal 6 al 9 marzo, come ha confermato oggi il presidente Vittorio Tabacchi, nel corso della conferenza stampa di presentazione della 38esima edizione, ai blocchi di partenza domani nei padiglioni di Fiera Milano Rho-Pero. Altra grande novità è il primo appuntamento Mido Business Forum di settembre, che avrà come sede Roma e il suo polo espositivo. Il punto sul primo trimestre 2008, più dinamico oltrefrontiera che in Italia.
La scelta di spostare il tradizionale evento di maggio a marzo, in concomitanza con Micam, Mipel e Mifur, è stata dettata “dalla necessità - ha spiegato Tabacchi - di rispondere alle mutate esigenze del mercato, avvicinandosi ancora di più al mondo della moda, al quale l’occhialeria è ormai profondamente legata”. Per le stesse ragioni nasce a settembre nella capitale Mido Business Forum, una manifestazione “completamente diversa da quella milanese - ha precisato Dan Emanuel Levi, vice-presidente Mido - che sarà un occasione di confronto delle più importanti esperienze del settore, dove le aziende presenteranno ulteriori nuove proposte”. “Non vogliamo fare concorrenza al Silmo di Parigi - ha aggiunto Levi - ma offrire una seconda vetrina, più anticipata, ai tantissimi operatori che hanno manifestato questa esigenza”.
L’incontro odierno ha costituito anche l’occasione per diffondere i dati economici sul primo trimestre del 2008, in vista dell’appuntamento al via domani e in programma fino al 12 maggio, che coinvolgerà 1.246 espositori su una superficie espositiva netta di 54.640 metri quadri, in crescita di circa 1.000 metri quadri rispetto al record della precedente edizione, che aveva segnato un +15% in confronto con il 2006. La sostanziale tenuta dell’economia italiana all’estero, almeno in alcuni settori, e un rallentamento del mercato interno hanno caratterizzato in questi mesi anche l’andamento del comparto dell’occhialeria: le esportazioni (circa 21 milioni di paia in volume) sono progredite in valore e dovrebbero attestarsi al +10/11% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno. Di segno particolarmente positivo l’export di occhiali da sole e montature, +18% in valore rispetto a gennaio 2007. Stabile infine il sell-in sul mercato interno. Globalmente il sell-in di modelli da sole e di montature è stato in volume pari a circa 5 milioni di paia, riflettendo in linea di massima le performance dello stesso periodo dell’anno precedente. Quanto alle previsioni future, bisognerà tenere conto di alcuni fattori: l’annunciata recessione degli Usa, prima nazione di riferimento per l’occhialeria made in Italy, l’indebolimento del dollaro verso l’euro e il rallentamento dei consumi nella Penisola, in seguito a un’avanzata del Paese al di sotto delle aspettative.
l.sc.
stats