Mifur: visitatori in crescita del 6%

L’undicesima edizione del Mifur, il Salone Internazionale della Pellicceria e della Pelle, ha chiuso i battenti a quota 5.540 visitatori, il 6% in più rispetto al 2005 (compratori registrati al loro primo ingresso in fiera). I buyer valutati nei complessivi cinque giorni sono stati 18.517 (+12,87).
In aumento le presenze di aziende compratrici provenienti dalla Russia (+27%) e in generale da Ucraina, Bielorussia, Kazakistan e Uzbekistan. In crescita anche gli americani (+16%).
Numerosi gli eventi collaterali, a partire da “Tra-vestimenti, dal mito alla favola alla moda, un tributo ad Hans Christian Andersen”, una mostra-contenitore tra mito e favola andata in scena alla Triennale. Gli stilisti che hanno interpretato le favole di Andersen hanno concluso anche la sfilata “The Snow Queen – Free to be Unusual”, con le creazioni di alcune importanti griffe della pellicceria: Annabella, Artico, Avanti Furs, Cavaggioni, Coveri, Ciolini 1976, Henry Fisher-Monticello Milano, Jun, Landi Prêt-à-Porter, Mala Matì by Centro Bel Furs, Mazzi Overwear, Rindi, Swakara, Thes Tziveli, Tsoukas Bros e Vinicio Pajaro.
Sempre alla Triennale, tra musica e balli, si è tenuto il concorso Remix 2006, promosso da Iftf (International Fur Trade Federation) per designare il miglior giovane designer di pellicceria: sul podio è salita la russa Alexandra Shadrina, seguita dall’italiano Alessandro Garofalo e dalla norvegese Johanna Angell-Petersen.
L’edizione 2006 della kermesse si è conclusa con un party all’Ice Bar di Milano sotto l’egida di Aip (Associazione Italiana Pellicceria) e Saga Furs con l’evento “Fur on the rocks”.
a.t.
stats