Milano Moda Donna: Cnmi promette una "svolta epocale"

Come più volte preannunciato, sarà l’edizione della svolta: la Camera Nazionale della Moda ha elaborato la prima bozza del calendario sfilate, in programma dal 22 al 28 settembre, e promette una settimana intensa, che farà dimenticare la sessione tormentata del febbraio scorso. A dar man forte al progetto anche una rentrée eccellente: Dolce & Gabbana.
La rivoluzione parte dunque già dai numeri, grazie a una fashion week contrassegnata da sette giorni forti, rispetto ai miseri tre dell’ultimo appuntamento, svoltosi tra j’accuse e polemiche, in una guerra a distanza con gli avversari d’Oltreoceano. Questa volta Milano si riprenderà i suoi spazi, schierando un organigramma bilanciato, dove le griffe si alterneranno sul palcoscenico ogni ora (salvaguardando la “pausa pranzo”).
Un rendez-vous che questa volta beneficia anche di una presenza di levatura, quella del duo Dolce & Gabbana, usciti dal gruppo otto anni fa e ora nuovamente protagonisti sulla piattaforma allestita dalla Camera in collaborazione con il Comune e la Camera di Commercio di Milano.
Ma vediamo da vicino le tappe salienti della prossima manifestazione, che tra l’altro punterà a una maggiore contaminazione con la città, dopo la decisione di abbandonare il Milano Fashion Center di via Gattamelata, con l’utilizzo di location eccellenti, come la Loggia dei Mercanti o il Circolo Filologico di via Clerici (vedi fashionmagazine.it del 16 luglio): una scelta logistica dovuta anche alla progressiva selezione delle passerelle, che ha convinto i vertici a ricercare spazi alternativi.
Già il primo giorno, mercoledì 22 settembre, si parte in quarta con i défilé, tra gli altri, di Gucci, John Richmond e Alberta Ferretti. Giovedì 23 si prosegue con Fendi, Ermanno Scervino, D&G e Prada, mentre venerdì 24 il testimone passa a Moschino, Antonio Marras, Etro, Gianfranco Ferré e Versace.
Sabato 25 sotto i riflettori sfileranno Bottega Veneta, Max Mara, Blumarine, Jil Sander ed Emilio Pucci, per lasciare il posto, domenica 26, a Marni, Brioni, Dolce & Gabbana, Missoni, Salvatore Ferragamo e Aquilano.Rimondi. Il penultimo giorno, lunedì 27, tocca a Dsquared2, Les Copains, Roberto Cavalli, Iceberg e Giorgio Armani. Chiudono la kermesse, martedì 28, griffe come Enrico Coveri e 1ᵃ Classe Alviero Martini.
”Grande soddisfazione – recita una nota di Cnmi – è stata espressa da tutti i consiglieri, che hanno sottolineato come le decisioni assunte, sia per quanto riguarda le nuove strutture, sia per l’articolazione del calendario su sette giorni di grande qualità ed energia, rappresentino una svolta epocale, che potrà dare riscontri positivi per l’intero sistema moda e per la città di Milano”.
Maggiori informazioni sul format della rassegna saranno fornite lunedì 26 luglio durante la conferenza stampa a Palazzo Marino.
a.t.
stats