Milano Moda Donna: Sportmax rilegge lo chic degli anni Quaranta

L’austera eleganza postbellica delle star hollywoodiane del grande schermo ispira il womenswear del brand emiliano, in passerella sabato, che per il prossimo autunno/inverno opta per un design preciso e lineare.
La collezione prende le distanze dalle approssimazioni formali di un certo casual, optando per una nitida e precisa definizione della silhouette che cita senza equivoci il tailoring degli anni Quaranta. “Siamo partiti da un libro fotografico dedicato alle dive holywoodiane di quel periodo - ha dichiarato al nostro magazine Grazia Malagoli, fashion coordinator del brand – per creare un look di impronta neosartoriale che pone in risalto la maestosità delle spalle tagliate a martello”. “Per evidenziare le costruzioni di questa parte del corpo femminile – ha precisato la creativa – oltre a segnare il punto vita, abbiamo abbinato i nostri capi a aderenti cagoule”.
Per dare invece corpo alle calibrate costruzioni delle sue proposte stilistiche, il brand emiliano ha scelto tessuti strutturati (come il bouclé, il doppio cady, la seta duchesse e mikado), affidando alle pellicce di volpe e di lapin il compito di voluminizzare gilet e vaporosi giacconi, che talvolta incorporano inserti di visone a motivi chevron. Militari cappotti di gusto vintage, ampi pantaloni dai risvolti alti e bustini bidimensionali con asimmetrici movimenti di pieghe piatte rafforzano l’austera freschezza di questa collezione che, per l’autunno-inverno 2009/2010, ha privilegiato le sfumature cromatiche del maquillage bon ton.
r.m.
stats