Milano Moda Donna: al via il 21 settembre, con un'esortazione a fare sistema

Saranno 74 le sfilate (di cui una collettiva e otto show doppi) per un totale di 68 marchi, previste per la prossima edizione di Milano Moda Donna, in programma dal 21 al 27 settembre. 41 le presentazioni per 39 brand e 12 gli eventi su appuntamento, dedicati ad altrettante collezioni. "Numeri destinati a essere corretti al rialzo, perché molte adesioni sono in arrivo", ha annunciato stamattina in conferenza stampa il presidente di Cnmi Mario Boselli, insieme all'assessore Stefano Boeri (nella foto).
Tra i nomi già sicuri, 19 sceglieranno come location le sale sfilate nella Loggia dei Mercanti (che torna a essere utilizzata, dopo la parentesi del tendone di piazza Duomo), a Palazzo Clerici e all'interno del Circolo Filologico, collegati tra loro e con il Fashion Hub di Palazzo Giureconsulti con una segnaletica fucsia: un colore, quest'ultimo, che si alternerà al bianco, rosso e verde della nuova grafica della kermesse, in omaggio al Tricolore e al 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia.
"C'è molto da dire sulla manifestazione - ha affermato oggi Mario Boselli - ma per senso di responsabilità non posso che soffermarmi sulla situazione odierna (vedi fashionmagazine.it di oggi)". Un quadro in cui è ancora più importante difendere l'eccellenza, spingere sulla ricerca e incentivare gli emergenti, con la prospettiva (forse) di riavviare l'Incubatore della Moda, grazie a un interessamento della Regione Lombardia e l'organizzazione di iniziative come il défilé N-U-DE, alla 16esima edizione, in programma il 27 settembre. Confermata la presenza di due designer premiate a Mittelmoda nel Fashion Hub, che aprirà inoltre le porte anche a una collettiva di sette label ucraine e alle tre vincitrici del concorso Next Generation, indetto dalla Camera, ossia Francesca Biondi, Alessia Crea ed Elena Leone. Sempre parlando di giovani, per la prima volta sfileranno singolarmente Chicca Lualdi e Cristiano Burani.
Tra le novità, da segnalare anche il fashion show benefico sul childrenswear del 27 settembre, alla Loggia dei Mercanti, con le proposte di Ermanno Scervino Junior, GF Ferré, I Pinco Pallino, Laura Biagiotti Dolls, Miss Blumarine, Richmond Junior, Simonetta e Roberto Cavalli Angels e Devils.
Entrando nel vivo del calendario - che annovera tra le rentrée Genny, .Normaluisa, Simonetta Ravizza e Trussardi -, le danze si aprono mercoledì 21 settembre con, tra gli altri, Gucci e John Richmond. Il 22 è la volta di Max Mara, Blugirl, Ermanno Scervino, la già citata Genny e Prada, per citare alcuni nomi. Il 23 si parte con Moschino e si chiude con Trussardi (che celebra il centenario al Castello Sforzesco), trascorrendo la giornata con Les Copains, Iceberg, Blumarine e Versace. Bottega Veneta è la prima maison a salire in pedana il 24 settembre, seguita da Emporio Armani, Mila Schön, Jil Sander, Just Cavalli, Pucci, Moschino Cheapandchic e altri. Il 25 il testimone passa a Marni, 1a Classe Alviero Martini, Laura Biagiotti, Dolce & Gabbana, Byblos, Missoni, Ferragamo, Aquilano.Rimondi e Versus. Tra i protagonisti del 26 settembre spicca Giorgio Armani, insieme a Roberto Cavalli di nuovo all'Arco della Pace e Ferré. Chiusura con Chicca Lualdi BeeQueen, Cristiano Burani, Erkan Coruh e N-U-DE. Numerosi gli appuntamenti à côté, tra i quali, il 23 settembre, il vernissage della mostra "Il segno e lo spirito. Gabriella Crespi" a Palazzo Reale.
Un calendario ancora una volta equilibrato, dunque, che ripropone alcuni apprezzati servizi di supporto agli addetti ai lavori: in particolare, il bike sharing gratuito e le navette, a loro volta "free of charge". I cittadini, inoltre, potranno vedere le sfilate alla Loggia dei Mercanti, a Palazzo Clerici e al Circolo Filologico in live streaming, su due videowall posizionati in via Mercanti. "Sono certo che questa edizione confermerà gli esiti positivi di febbraio - ha sottolineato Boselli - ed è ciò di cui abbiamo assoluto bisogno per rispondere con vigore e ottimismo all'incertezza dell'attuale congiuntura economica". Come ha fatto presente il Cavaliere, "oltre che a questo appuntamento in sé, la nostra massima attenzione è e sarà rivolta alla promozione dell'export del made in Italy nel mondo intero, anche nelle aree più lontane, che attualmente sono le più ricche di promesse, ma anche le più difficili da raggiungere per molte Pmi".
Come sempre nutrito il panel di sponsor di Milano Moda Donna: Canon, Mercede-Benz, Dhl, Testanera, Class e, per la prima volta, B by Limoni, brand del Gruppo Limoni che allestisce un make-up bar.
a.b.
stats