Milano Moda Donna: il glamour post-punk di John Richmond

Convince l’ispirato citazionismo dello stilista inglese che, confermando la sua inesauribile vena rockeggiante, ha gettato un ideale ponte di contatto tra il power dressing degli anni Ottanta e lo chic borghese delle dive postbelliche.
La collezione femminile di John Richmond per il prossimo autunno/inverno si concentra su costruzioni definite ma non troppo sagomanti, che segnano le spalle e scolpiscono i fianchi. E mette in campo inediti abbinamenti di giacche militari (col colletto e le maniche decorate con applicazioni di passamaneria) e voluminosi pantaloni in raso di vago gusto jodhpur con fluidi giochi di pieghe.
Accanto alle creazioni di gusto army, il designer britannico, che ha esordito nella moda proprio negli anni Ottanta, ha posto l’accento sull’austero appeal di giacconi in agnellino con alette di pelle trapuntata, sull’erotismo soft di abiti con circolari pieghe effetto bondage e sul candido aplomb di un modello di smoking con la giacca chiusa da metallici alamari stilizzati.
L’inossidabile passione di Richmond per l’estetica punk trova quindi il suo naturale sfogo nei capispalla bordati di cerniere dorate e in una serie di “little black dress” con strategiche fessure, che riproducono in versione trompe l’oeil i gelidi denti della zip.
Attingono all’hollywoodyano guardaroba di memoria Forties i drappeggiati abiti a sirena con lo strascico da vera star e quelli che disegnano sinuosi giochi di ragnatele ricamate a rilievo sul nero totale. A conclusione del suo show, John Richmond è uscito a raccogliere gli applausi di rito in compagnia della modella tunisina Leila Ben Khalifa (ex partecipante del Grande Fratello e prossima testimonial del brand prodotto da Saverio Moschillo), che ha mostrato in anteprima il flacone del profumo femminile che il designer si accinge a lanciare sul mercato.
r.m.
stats