Milano Moda Donna: le trasparenze esibite di Ermanno Scervino

Lo stilista toscano, che ha ampiamente attinto all’universo della lingerie e confermato la sua nota predilezione per le lavorazioni artigianali, ha spinto il pedale sul sex-appeal. Tuttavia, il nude look evocato da molti suoi outfit assume per l'estate 2010 un’immagine più addolcita.
Questo grazie al ricorso a inconsistenti velature in garza di maglia e all'ammiccante presenza del pizzo (declinato anche in camoscio e pelle scolpiti al laser), che rivela senza troppo scoprire.
Scervino ha impresso un segno netto alla costruzione dei suoi capi di punta (che hanno la vita alta e le spalle leggermente gonfiate) e ha saputo ancora una volta esaltare la lavorazione della rafia, da sempre il suo materiale preferito, che ha impiegato sia per impreziosire le giacche e i gilet di sapore man-made, sia come ricamo per le proposte di knitwear.
r.m.
stats