Milano Moda Uomo: al via domani la quattro giorni del prêt-à-porter maschile

Da domani a martedì 20 gennaio salgono alla ribalta nel capoluogo lombardo 81 collezioni al maschile per l'inverno 2009/2010, suddivise in 40 sfilate (per un totale di 38 marchi), 28 presentazioni (27 marchi) e 16 rendez-vous su appuntamento: cifre che evidenziano un prevedibile ridimensionamento rispetto all’edizione di un anno fa, quando a scendere in pista erano state 96 linee con 48 passerelle, 31 presentazioni e 19 eventi su appuntamento.
“Non dimentichiamo che, mentre su tutti i giornali impazzava la parola crisi a caratteri cubitali, gli stilisti dovevano decidere la propria adesione alla manifestazione e psicologicamente ne hanno risentito”, commenta il presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, Mario Boselli.
Il calendario si presenta all’insegna della sobrietà: feste, ondate di vip e altre amenità sembrano rimandate alla prossima puntata. Uno dei piatti forti di domani, primo giorno, è la sfilata di Dolce & Gabbana al Metropol, cui fanno da contorno tra gli altri Missoni alla Visionnaire Design Gallery di piazza Cavour, Burberry Prorsum ai Giardini di Palazzo Serbelloni di via Melegari, C.P. Company in via Savona, Gaetano Navarra al Superstudio, Woolrich in via Lombardini (il brand torna in scena lunedì 19, presentando da Lorenzelli Arte in corso Buenos Aires 2 una mostra sul padre della pop art inglese, Peter Blake), Fabio Inghirami nella sede di corso di Porta Romana, Carlo Pignatelli Outside alla Permanente e, dulcis in fundo, Trussardi 1911, raffinata capsule collection al maschile e al femminile. Finale di giornata con il party che lo stesso Pignatelli organizza presso 10 Corso Como e con Haute alla Primo Gallery di Viale Stelvio angolo via Valtellina. Gazzarrini, sulla scia di quanto hanno fatto Viktor & Rolf per la donna, sceglie la strada del video online, che viene presentato sempre domani alle 13, all’Hotel Diana.
Scorrendo la giornata di domenica, forse lo show più atteso è quello di Gianfranco Ferré, alle 11 in via Pontaccio, con il debutto del duo Aquilano e Rimondi alla regia stilistica anche dell’uomo, dopo un buon esordio nella donna. Riflettori puntati anche su Frankie Morello alla Pelota e su Roberto Cavalli, a mezzogiorno alla Scuola Militare Teulié di via Burigozzo: le proposte in pedana, in un’ambientazione che ricorderà uno chalet di lusso, sono il primo frutto della collaborazione quinquennale tra la maison e Gibò. Lo stilista toscano sarebbe vicino alla firma del preliminare della cessione di una quota di minoranza al Fondo Clessidra, con l’obiettivo di passare di mano non più di un 15 o 20% dell’azienda, in vista di una quotazione in Borsa entro tre o quattro anni. La domenica si chiude con Emporio Armani, come di consueto in via Bergognone, e con Prada in via Fogazzaro.
Lunedì, giornata aperta da Alessandro Dell’Acqua, da segnalare una new entry in calendario, Baldinini con una presentazione in via Montenapoleone. In scena ancora alla Scuola Militare Teulié Dirk Bikkembergs Sport Couture, brand in fase espansiva - sono da poco arrivati sul mercato borse, trolley, valigie a marchio Bikkembergs, realizzati da Zeis Excelsa, e fervono i lavori per il grande monomarca di piazza Cavour a Milano, negli spazi dell’ex Brek -, e poi Gucci in piazza Oberdan, John Richmond ai giardini di Porta Venezia, Moschino in via Bezzecca, Byblos (un’altra novità on schedule) allo Spazio Astoria di via Montenero, Versace in piazza Vetra e Alexander McQueen ai Magazzini di Porta Genova. Alla Triennale esordisce la Moncler Gamme Bleu disegnata da Thom Browne.
Serata con Andrew MacKenzie - capi uomo ma pure alcuni modelli donna, ispirati alla beat generation - e con l’happening Kejo da Biffi in corso Genova: dress code rosa per questo appuntamento realizzato in partnership con la Gazzetta dello Sport, cui interverranno prevedibilmente calciatori e altri campioni.
In generale, a parte la Marini e la Stefanenko attese da Pignatelli e il toto-Beckham ("Si faranno vedere? Non si faranno vedere? Da chi andranno?") è improbabile che a questa edizione abbondino le celebrity: persino l’annunciata performance del gruppo indie rock Franz Ferdinand, martedì 20 mattina da John Varvatos nella chiesa sconsacrata di San Paolo Converso, non è data per certa al 100%. Ultime battute della fashion week sempre martedì 20, con Iceberg alla Pelota, Zegna negli headquarters di via Savona, D&G al Metropol, Ermanno Scervino in via Manzoni e Giuliano Fujiwara in vena di bis: sfilata in Triennale e opening di un monomarca in via Borgospesso 11. Tra gli assenti dal calendario, due i nomi di rilievo: Antonio Marras Uomo (che ha annunciato una conferenza stampa e una video-installazione domenica nella sede di via Cola di Rienzo) e Marni, che opta per una presentazione su appuntamento dal 17 al 22 gennaio, nella showroom di via Sismondi. Un’altra defezione è quella di Romeo Gigli, che dopo l’uscita di scena della stilista Gentucca Bini deve affrontare non pochi punti interrogativi. Si conclude nel capoluogo lombardo il breve idillio tra Valentino e Ferruccio Pozzoni: l’ultima collezione realizzata sotto la guida creativa del designer (che passa il testimone a Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli, già responsabili della donna e degli accessori) va in scena il 17 gennaio per un selezionato pubblico di buyer su invito.
Da segnalare che il 19 gennaio comincia Milano Moda Showroom, il calendario di presentazioni per l'uomo, la donna e il bimbo dell'inverno 2009/2010, coordinato dalla Camera della Moda fino al prossimo 8 febbraio.
a.b.
stats