Milano Moda Uomo: da domenica in passerella sale la primavera-estate 2004

Dopo Pitti la moda maschile si trasferisce a Milano. Da domenica 22 a giovedì 26, nell’ambito della rassegna organizzata dalla Camera Nazionale della Moda, andranno in scena 48 sfilate e 55 presentazioni. Poche le novità, molte le certezze. Fra le prime il ritorno di Dell’Acqua, il lancio della linea GF Ferré e il debutto a Milano dell’americano John Varvatos.
Ad aprire le danze, domenica alle 12 in via Forcella, sarà Costume National Homme, la collezione disegnata da Ennio Capasa, che ha appena siglato un contratto di licenza con It holding per produrre anche una linea giovane. Alle 15 è in programma la sfilata di Dolce & Gabbana, nel consueto spazio del duo in via San Damiano. La serata è appannaggio della maison della Medusa con la doppia sfilata Versace e Versus nella periferica via Malipiero. Dopo il défilé, il rito mondano prevede per pochi intimi la tradizionale cena dai Versace in via del Gesù 12.
La giornata di lunedì si presenta densa di appuntamenti. Originale, dettata probabilmente da insofferenza verso la sfilata classica, la scelta di Etro di presentare la collezione attraverso un “Non art festival”, dalle 15 alle 20 nel quartier generale di via Spartaco. Alle 21.30 in via Tortona debutta la linea GF Ferré dello stilista-architetto entrato nell’orbita di It holding. A seguire un party a base di musica techno e dj di fama. Alle 22.30 after show party anche per Andrew Mackenzie, nel suo caso in Fiera. Nella serata di lunedì, alle 20, da segnalare anche l’evento promosso da Ied Moda Lab “Segni di Stile: Icone fra due Secoli” nello spazio dell’istituto in via Pompeo Leoni.
Martedì presenta Alessandro Dell’Acqua, che aveva disertato la scorsa tornata. Lo fa con una formula open dalle 20 in via Daverio. La serata offre l’imbarazzo della scelta per chi ha fatto il pieno di inviti: dalle 19.30 alle 21.30 Vogue Italia inaugura la mostra fotografica “Femme Cachée” di Steve Hiett alla Galleria Marconi di via Tadino, Avirex invita dalle 20.30 al Blue Note nel quartiere Isola per un concerto di Toots Thielemans e, infine, la Camera Nazionale della Moda organizza, dalle 20.30 alle 23.30, una visita privata alla mostra su Amedeo Modigliani a Palazzo Reale.
Mercoledì debutta a Milano in via Forcella lo stilista americano John Varvatos che, di fatto, prende il posto in calendario di un connazionale: Ralph Lauren. Il vernissage della mostra fotografica di Helmut Newton alla Galleria Sozzani in corso Como, dalle 19 alle 22, e l’anteprima dei film di William Klein organizzata da C.P. Company e Contrasto in via Savona, alle 21.30, rappresentano gli eventi clou della serata.
Giovedì chiusura all’insegna di “re Giorgio” che dalle 14.30 riceve compratori, stampa e vip nel suo Teatro di via Bergognone per una doppia maxi-sfilata che riunisce le linee Giorgio Armani, Emporio Armani e Armani Jeans.
e.a.
stats