Milano Moda Uomo: gli audaci Narcisi di Dolce & Gabbana

Grintoso, sicuro ed edonista. Così è apparso l’"homo novus" del duo Dolce & Gabbana, che ostenta con compiaciuta vanità un guardaroba dominato da impeccabili costruzioni di gusto couture e abbaglianti eccentricità ad alto tasso di esibizionismo.
Il punto di partenza della collezione (intitolata, non a caso, “Extreme beauty”) è costituito dal furbo e virtuosistico adattamento del sensuale immaginario made in Sicily (con il suo immancabile corredo di testosteronici seduttori malandrini) ai diffusi bisogni dei moderni Narcisi internazionali, che non vogliono mai e poi mai passare inosservati, siano intenti a operare nelle stanze del potere o nei disco-club super trendy, a Taormina come a Mykonos.
A costoro il brand milanese ha dedicato un riuscito cocktail di impeccabile sartorialità e di sfacciato décor, shakerando il donante rigore di costruzioni pennellate sul corpo e magnificate da dettagli che fanno la differenza (come i maxi revers a lancia e le abbottonature a doppiopetto da allacciare al centro del torace) al fastoso rilancio del ricamo in inattese giacche-gioiello. Le quali riproducono - con lo sfrontato concorso di strass, cristalli e fili metallici - motivi marezzati, filamentose striature in diagonale, ramage esotici, scacchiere ton sur ton e grafismi in bianco e nero di gusto Art Déco.
Per stemperare la luccicante esuberanza di queste proposte, la griffe milanese (che sabato scorso ha festeggiato con un cocktail nella sua boutique di corso Venezia lo stagionale lancio della campagna pubblicitaria della sua linea di underwear, affidata a Steven Meisel e a cinque nuotatori della Nazionale Italiana) ha mandato in pedana una serie di maxi pullover in maglia a trama rada e in fettuccia intrecciata da pescatore verghiano e un suo vecchio e fortunato cavallo di battaglia: il denim destroy.
Quest’ultimo ha furoreggiato come non si vedeva più da alcune stagioni, in una applaudita serie di cinque tasche stracciati ad arte e abbinati per contrasto a un leggerissimo pigiama in seta a righe. Oltre ai jeans usurati, per la prossima primavera/estate Dolce & Gabbana hanno puntato sull’eccentrica novità del borsello di coccodrillo e dei pantaloni effetto “acqua alta”, ai quali gli statuari modelli selezionati dai due creativi (c’era anche il brasiliano Jesus Luz, fidanzato di Madonna) hanno saputo regalare un’allure virile e per niente equivoca.
r.m.
stats