Milano Moda Uomo: il lusso rilassato di Frida Giannini per Gucci

L’interpretazione del nuovo lusso maschile per Frida Giannini passa attraverso i segni distintivi della storia del celebre marchio. Applaudita da stampa e compratori, la collezione (nella foto) ha visto in passerella l’alternanza di quattro momenti principali.
Il formale: blazer o sahariana segnano il punto vita nel completo con pantaloni smilzi e corti alla caviglia, in tessuti satinati che dal blu passano al grigio asfalto nella giacca versione doppiopetto.
Il leisure: giacche-camicie mastice su pantaloni bianchi cedono il passo a una maglia tricot decisamente importante, che sembra fatta a mano, con filati fettuccia o punti mimosa.
Il jeans: il classico blu si arricchisce di profili in pelle, come il blouson che lo completa in nappa o in pitone marrone, uguale allo zainetto; la camicia di seta stampata riprende i motivi dell’archivio Gucci mentre ricami in pelle di ispirazione navajos personalizzano quella in denim.
La sera: sete operate in tonalità profonde dai blu ai marroni declinano il motivo della doppia G o dilatano temi sellier nelle giacche avvitate, con spacchetti laterali, da portare quasi a pelle o su un sottogiacca in tinta e calzoni bianchi. Ai piedi i mocassini di camoscio con il morso o quelli con la suola di para.
“Ci sono tutti gli elementi necessari per comunicare la storicità del marchio - afferma Toni Tanfani di Gisa Boutique ad Ancona -. Chi ha un grande passato deve lasciare tracce evidenti, se pur interpretate in chiave contemporanea”.
t.m.
stats