Milano Moda Uomo: le evasioni jap-hawaiane di Carlo Pignatelli Outside

Dopo il debutto dei capi di Alta Moda della linea "Opera", che hanno inaugurato la kermesse milanese della moda maschile, la griffe con sede a Torino ha presentato il suo prêt-à-porter di tendenza in bilico tra Oriente e Occidente, relax cittadino e vitalismo sportivo.
Il punto di partenza della collezione è costituito dal musical “South Pacific” con i suoi marines che, al termine del secondo conflitto mondiale, decidono di godersi la vacanziera spensieratezza delle isole Hawaii. Sulla passerella allestita dalla griffe torinese questa evidente ispirazione si è però subito sdoppiata, per sviluppare in parallelo soluzioni stilistiche mutuate con tocco leggero dall’estetica del Sol Levante simboleggiata, a scanso di equivoci, dagli onnipresenti rametti di pesco appuntati sui revers delle giacche total white (indossate su maxi camicie e proletarie T-shirt a rete), viste per prime nello show di domenica scorsa.
L’attitudine disinvolta e spensierata del nuovo menswear progettato dallo stilista pugliese si è anche espressa nei comodi pantaloni judoka mossi da profonde pince, nei fluidi cardigan-vestaglia, nelle maxi T-shirt con asimmetrico scollo arrotondato, nelle sahariane peso piuma chiuse da cinture obi e in un modello di salopette in jersey che si trasforma a sorpresa in un abito sartoriale.
Capi, questi, che prediligono solari e luminosi toni di grigio perla, sprazzi di rosa-geisha e rinfrescanti declinazioni di blu (dal turchese all’acquamarina). Nella sua linea maschile per la prossima primavera/estate Carlo Pignatelli (che ha spinto l’acceleratore su lucidi satin, sgargianti jacquard tessuti a mano e vezzose applicazioni di nastri e perline) ha pure dato spazio a una più rigorosa serie di tecno-capi dedicati allo sci nautico: blouson e parka in nylon antigoccia e antivento, giacconi e trench in cotone spalmato e una serie di parigamba da nuoto in Lycra, che hanno concluso la sua sfilata sulle intramontabili note di “Sapore di mare”.
r.m.
stats