Milano Unica chiude a quota 24mila presenze e mantiene la sua sede al Portello

Dall’ottava edizione di Milano Unica, tenutasi dal 3 al 6 febbraio, emergono defezioni straniere, presenze coraggiose e, in generale, un giudizio positivo sull’esito della manifestazione, che per il prossimo settembre punta a migliorarsi ancora e a mantenere la location presso i padiglioni di Fieramilanocity al Portello.
Nata dall’esperienza, dalla qualità e dalla tradizione di cinque marchi della rappresentanza fieristica tessile italiana - Ideabiella, Ideacomo, Moda In, Prato Expo, Shirt Avenue -, Milano Unica ha confermato la centralità e la vitalità del settore, pur penalizzato da una crisi economica globale. 543 espositori, di cui 430 italiani e 113 europei provenienti da Francia, Spagna, Gran Bretagna, Germania e Portogallo, hanno interagito con 24mila visitatori, il 20% in meno rispetto alla corrispondente edizione del febbraio 2008.
Tra i 6.300 stranieri presenti, si è accusata l’assenza di clienti americani e giapponesi e, tra gli europei, degli spagnoli. Defezioni bilanciate però dalla forte presenza di responsabili degli acquisti dei confezionisti, piccoli e grandi, italiani ed europei e dalla partecipazione di alcune delegazioni di buyer e giornalisti giapponesi, americani, inglesi e tedeschi organizzata dall’Ice, Istituto per il commercio estero.
“Le valutazioni che ho raccolto tra molti espositori mi portano a dire che la nostra industria tessile, pur tra non poche difficoltà, continua a essere un riferimento imprescindibile per i confezionisti e le case di moda, italiane e internazionali” ha dichiarato Pier Luigi Loro Piana, neo presidente di Milano Unica, lanciando un appello: “Rivolgo un nuovo invito ai tessitori dei vari distretti a fare squadra, per continuare a tenere alto il prestigio di Milano Unica e farne un appuntamento sempre più imperdibile”. Un giudizio condiviso da Silvio Albini, presidente di Shirt Avenue, Alberto Jelmini, presidente di Moda In e Beppe Pisani, presidente di Ideacomo.
Confermata da Massimo Mosiello, direttore generale della manifestazione, la volontà di continuare ad apportare soluzioni innovative e glamour al progetto, novità che caratterizzeranno la prossima edizione di settembre, confermata presso i padiglioni del Portello.
e.b.
stats