Milano Unica e tessile: un recupero importante

In crescita il numero degli espositori (475, +3% rispetto a settembre 2010), la superficie espositiva con oltre 17.800 metri quadri e le aziende pratesi partecipanti (46 contro le 30 dello scorso febbraio): sono i primi numeri della 13esima edizione di Milano Unica, salone italiano del tessile in scena al Portello di Fieramilanocity dal 13 al 15 settembre. In ripresa il settore.
Il trend positivo del tessile è confermato infatti da fatturato ed esportazioni in aumento, rispettivamente +7,6% e +11,9% nel primo trimestre 2011.
Se negli anni precedenti il comparto aveva particolarmente risentito del crollo della domanda a livello internazionale, nel 2010 aveva messo a segno un +16,5%, grazie alla ripartenza del ciclo delle scorte. Il "valle" della filiera, invece, che lo scorso anno aveva recuperato solo un +1,9%, nei primi tre mesi dell’anno in corso ha conquistato un +4,4% (secondo stime campionarie ancora provvisorie effettuate dal Centro Studi Smi).
Anche le esportazioni registrano un aumento complessivo dell’8,5%, con il tessile a +11,9% e l’abbigliamento-moda a +7,5%.
"Milano Unica si conferma insostituibile strumento di comunicazione e marketing a sostegno del tessuto di qualità italiano ed europeo - dichiara Pier Luigi Loro Piana, presidente della kermesse -. Le turbolenze sui prezzi delle materie prime e le difficoltà di approvvigionamento, pur creando delle difficoltà, sono state positivamente affrontate".
m.p.
stats