Milano: bloccare le auto in Montenapo? Sì, ma con riserva

A un referendum del Comune di Milano sull'eventualità di limitare il traffico delle auto in via Montenapoleone, l'85% dei negozianti e l'89% dei residenti interpellati - rispettivamente poco più di 400 e un migliaio - hanno risposto positivamente. Ma c'è chi dice no.
La notizia è pubblicata sull'edizione odierna del Corriere della Sera: c'è però da precisare che se la risposta al sondaggio è stata plebiscitaria, l'iniziativa ha coinvolto soltanto il 37% degli abitanti e il 20% dei commercianti, tra i quali non mancano le perplessità. Il titolare della storica pasticceria Cova, per esempio, non usa mezzi termini: se il partito della pedonalizzazione o, come minimo, della zona a traffico limitato dovesse avere la meglio, lui venderebbe seduta stante. "Ho già trovato un acquirente - confida - un nome della moda". Perplessa anche la presidente dell'associazione di via, Claudia Buccellati: "Prima per lo meno finiscano i lavori del parcheggio di piazza Meda".
La questione, dunque, è ancora aperta e ci vorrà del tempo prima di arrivare a un accordo, come del resto è successo in altre aree cittadine: ultima in ordine di tempo, via Paolo Sarpi, che ha inaugurato la ztl una settimana fa, non senza polemiche che tuttora non accennano a placarsi.
a.b.
stats