Milano, centro dello styling

Milano centro dello styling in Italia: lo rivelano i risultati di un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano sui dati del registro delle imprese nel settore design e styling relativo a tessili, abbigliamento, calzature, gioielleria, mobili e altri beni personali e per la casa. Diramati ieri, al Teatro degli Arcimboldi, in occasione del premio Milano Produttiva.
I risultati sono stati resi noti nel corso della quindicesima edizione del premio Milano Produttiva 2004 della Camera di Commercio di Milano, che ha visto tra i premiati con l’onorificenza “Piazza Mercanti” nomi noti della moda come Krizia, Prada, Raffaella Curiel, Elio Fiorucci, Alviero Martini, Larusmiani. Sono emersi dati molto significativi, a partire dal fatto che Milano detiene la metà del fatturato di sola creatività in Italia: oltre 535 milioni di euro su un totale nazionale di più di un miliardo (51,4%). A Milano si concentrano anche il 12,2% delle imprese nazionali del settore, 395 al primo trimestre 2004, con in media per ognuna un fatturato di quattro volte superiore rispetto alla media italiana.
Milano è anche polo della produzione tessile, abbigliamento, pelletteria, con 6.431 imprese, che rappresentano il 6,1% del totale italiano, percentuale che sale al 7,2% se si considera il solo comparto dell’abbigliamento (con 3.368 imprese). Buono anche il fatturato di tale settore: quello medio delle realtà milanesi è più alto rispetto a quello nazionale (oltre 1 milione e 160 mila euro, contro quasi 800 mila euro in Italia). E proprio la moda è stata protagonista del premio “Piazza Mercanti”, riconoscimento speciale nell’ambito di Milano Produttiva, consegnato dal presidente della Camera di Commercio di Milano, Carlo Sangalli, ai 28 personaggi milanesi che si sono distinti per nuova imprenditoria, internazionalizzazione, innovazione, qualità del lavoro, mecenatismo e sviluppo del territorio, imprenditoria femminile e tutela dall’ambiente, soprattutto nella moda. Premiate anche 106 imprese, per la correttezza commerciale e l’impegno dimostrato, e 246 lavoratori per la diligenza e l’attaccamento al lavoro.
Dopo la consegna degli award, l’evento è proseguito con il concerto delle Accademie di perfezionamento del Teatro alla Scala per cantanti lirici e direttori d’orchestra, diretto da Roberto Rizzi Brignoli.
c.me.
stats