Milano: positiva la partenza dei saldi

Più 3% rispetto all'avvio dei saldi invernali 2004: questo il bilancio dei primi giorni di vendite scontate a Milano, secondo quanto comunicato da Ascomodamilano, associazione aderente all'Unione del Commercio. Ma sulla giornata di domenica prossima pesa l'incognita del blocco del traffico.
Come riporta Renato Borghi, vice-presidente dell'Unione del Commercio e presidente di Ascomodamilano, "l'incremento medio è stato del 3%, ma si sono verificate punte anche del 10%".
Il vero banco di prova, però, sarà questo fine settimana, sul quale incombe il blocco domenicale del traffico, sebbene con un orario relativamente limitato rispetto a quello abituale. "Questo provvedimento non favorirà certo le vendite - commenta Borghi -. Per fortuna il Comune ha, d'altro canto, concesso la deroga alla chiusura festiva dei punti vendita". Mentre nel periodo natalizio gli acquisti si sono concentrati soprattutto sugli accessori, i saldi hanno premiato capispalla e giacconi. Le previsioni a medio termine di Ascomodamilano segnalano, dopo l'iniziale "effervescenza", una graduale attenuazione della "febbre da saldi". "Solo più avanti - dice Borghi - potremo valutare quanto i ribassi avranno effettivamente contribuito a risollevare il fiacco andamento dei consumi del 2004, con un autunno/inverno non certo soddisfacente anche a causa delle anomale condizioni climatiche: non c'è ancora stata, infatti, una vera stagione fredda".
Ascomoda ha invitato i dettaglianti a devolvere l'1% dell'incasso della giornata di domani, 15 gennaio, a favore di un fondo di solidarietà per le popolazioni del Sud Est asiatico.
a.b.
stats