Milano prima città in Italia per numero di monomarca griffati

Solo Parigi batte, a livello internazionale, il capoluogo lombardo per numero di insegne delle grandi firme della moda: lo rivela uno studio della Camera di Commercio milanese, che analizza anche altri fattori chiave del legame indissolubile tra il prêt-à-porter e la città più "europea" d'Italia.
In particolare, la Camera di Commercio prende in esame il periodo 1994/2004 e relativi cambiamenti. Si evidenzia che in questo decennio il numero di appuntamenti annuali legati alla fashion week milanese è passato da 280 a 787 (+181%) e quello delle sole sfilate da 165 a 298 (+81%), con un ruolo decisivo giocato dagli eventi al femminile, 559 contro 228 sul menswear. Nel 1994 erano, rispettivamente, 184 e 96. A Milano Moda Donna si presentano 178 marchi: 19 in meno di quelli in passerella a Parigi, ma 28 in più di quelli in scena a New York.
Questa evoluzione è attestata anche dall'attenzione da parte della carta stampata internazionale: infatti, la Camera di Commercio rileva che dal 1994 allo scorso anno il numero degli articoli incentrati su Milano Moda Donna e Uomo si è portato avanti del 133%.
Quanto al proliferare di negozi griffati, si è già detto della leadership del capoluogo lombardo con 85 monomarca, pari al 19,5% del totale nazionale: seguono Roma con 62 spazi e Firenze con 34, mentre al quarto posto si piazza, inaspettatamente, Porto Cervo.
Naturalmente, il fulcro della "Milano-à-porter" è via Montenapoleone, con 26 monomarca. Medaglia d'argento, via Spiga con 16, mentre il bronzo va a via Sant'Andrea con 12 punti vendita. "Complessivamente - commentano i portavoce della Camera di Commercio - nel quadrilatero si concentra l'80% dei monomarca cittadini".
Interessante anche osservare l' "appetibilità" commerciale di Milano per le imprese: da questo punto di vista, la metropoli lombarda viene considerata più "attraente" di Mosca, Bruxelles, Monaco, Madrid e Roma, ma viene battuta da Parigi e, in parte, da New York. Risulta invece pari merito con Londra.
Ma altre città sono in pole position come vetrine per la moda: in Italia Firenze e, all'estero, i nuclei urbani giapponesi e medio-orientali, oltre a quelli europei.
a.b.
stats