Mipel: calo nel numero di visitatori ma tiene l'immagine della borsa made in Italy

I dati conclusivi di Mipel, il salone della pelletteria che chiude oggi a Rho, rispecchiano l'andamento economico generale e fanno registrare 16.401 visitatori totali, contro i 17.440 di marzo 2011 (-6%), con un'affluenza estera pari a 7.916 buyer (circa il 48% del totale), in particolare provenienti da Giappone, Russia, Spagna, Germania e Regno Unito, Hong Kong e Stati Uniti. I progetti degli espositori, comunque, vanno avanti.
Sono state apprezzate dai visitatori le sfilate che due volte al giorno, domenica, lunedì e martedì, hanno scandito l'edizione appena terminata. Complessivamente oltre 30 marchi della pelletteria e della valigeria hanno portato le loro creazioni di punta in passerella. Tra i corridoi della fiera si sono visti inoltre nomi di primo piano, come Fossil, Ermanno Scervino, Timberland, Gattinoni, Lesportsac, Desigual, Nannini e Nazareno Gabrielli. Il gruppo Braccialini ha presentato per la prima volta modelli eco-friendly Amazon Life all'interno di tutte e tre le collezioni di casa: Braccialini, Gherardini e Francesco Biasia.
"Con questa iniziativa vogliamo dare maggior impatto al progetto Amazon Life, che rappresenta un know how e un valore aziendale, ma che finora era rimasto un po' in ombra", ha spiegato Riccardo Braccialini, amministratore delegato dell'azienda di Scandicci (Fi). Il gruppo, definitivamente uscito dalle vicissitudini finanziarie legate alla holding Mosaicon, a sua volta controllata da Antichi Pellettieri, ha ritrovato l'assetto che gli permette di fare "politica industriale" e di progettare la crescita, grazie all'espansione all'estero, in particolare in Cina.
Nel grande Paese asiatico sono stati aperti in un anno e mezzo 22 negozi, che saliranno a 30 entro fine anno. Il gruppo, in un anno difficile come il 2011, ha riportato una crescita a doppia cifra, raggiungendo gli 80 milioni di euro di fatturato, ripartiti tra un 65% realizzati oltreconfine e un 35% in Italia, con la quota di export destinata a crescere ulteriormente. Attualmente sono presenti 51 monomarca Braccialini, 12 Gherardini e cinque Biasia nel mondo.
Nella fascia prezzo accessibile è apparsa particolarmente ricca e valida la proposta per l'autunno-inverno 2012/2013 di Cromia, realtà di Tolentino (Mc), che produce sia in Italia, sia in Europa dell'Est e Asia, a seconda dei pezzi. Mentre decisamente preziosi, vintage e senza tempo, alcuni dei quali in cavallino, sono i modelli per lei e per lui presentati da Fossil, in uno stand d'impatto, in perfetta sintonia con il dna del marchio, famoso per gli orologi ma che ha saputo conquistare spazio anche nella pelletteria. Il reportage di Mipel sarà pubblicato nel numero 1827 di Fashion, con data di copertina il 30 marzo
e.a.
stats