Mipel: i visitatori crescono del 4,1%

L’87esima edizione del Mipel, il salone internazionale di pelletteria in calendario a Milano dal 19 al 22 marzo, ha chiuso i battenti registrando un aumento dei visitatori del 4,1%. 21.427 le presenze, di cui 13.711 straniere.
Mentre i buyer esteri sono aumentati del 10%, quelli italiani sono diminuiti del 4,9%, per un totale di 7.716 unità. L’affluenza dei compratori giapponesi è cresciuta del 27,6%, quella degli americani si è invece mantenuta stazionaria.
Per quanto riguarda l’Europa, un notevole incremento è stato messo a segno dalla Gran Bretagna (+ 40,5%) e dalla Francia (+22,3%). La Russia, tra i Paesi di sbocco emergenti per il mercato della pelletteria made in Italy, ha confermato il proprio interesse con una crescita dei visitatori del 19,3%.
“Gli scambi commerciali in fiera - ha dichiarato Giorgio Cannara, presidente della manifestazione - sono stati sicuramente condizionati dal rapporto euro-dollaro, che penalizza sia chi deve vendere, sia chi deve acquistare”. “Rinnovare le vetrine con le novità in mostra risulta spesso difficile alla luce dei nuovi listini ‘gonfiati’ da un cambio ancora su livelli preoccupanti – aggiunge -. Il Mipel, tuttavia, si è di nuovo confermato quale vetrina di successo e di grande interesse”.
La mattina di sabato 19 marzo, primo giorno della fiera, ha varcato la soglia il milionesimo visitatore della mostra dalle sue origini, Naoya Uehara, presidente della B-Egg co. di Tokyo: premiato nel corso della cena di gala da Giorgio Cannara e invitato ufficialmente dagli organizzatori alla prossima edizione del Mipel, che si terrà dal 22 al 25 settembre 2005 presso il nuovissimo quartiere espositivo di Rho-Pero.
a.t.
stats