Miro Radici Ag cresce sul mercato tedesco e punta alla Borsa

Con l’acquisizione di Kirsten Mode Design, Miro Radici Ag – azienda tedesca dell’omonimo gruppo italiano, specializzata nell’outsourcing per l’industria tessile ed elettronica - estende il proprio raggio di attività nell’abbigliamento femminile. Dopo la recente jv con Pompea, la società guarda ora con interesse alla maglieria, al menswear ma anche a Piazza Affari.
La tedesca Kirsten Mode Design (gruppo Steilmann) è attiva nell’outsourcing di abbigliamento femminile con un giro d’affari di 40 milioni di euro. La neoacquisita realizza per la Germania, l’Italia e la Francia una vasta gamma di prodotti di abbigliamento femminile a prezzo medio/basso destinata alle “over 45”, che rappresentano uno dei segmenti di mercato dalle maggiori potenzialità di crescita. Kirsten opera con diversi partner localizzati nel Far East (Cina) e nell’Est Europeo (ex Repubbliche Sovietiche, Romania, Turchia) e, negli obiettivi della Miro Radici Ag, dovrebbe raddoppiare il turnover in due anni. La società è destinata a replicare le performance di un’altra recente acquisizione. Si tratta della Kettenbach, tra i nomi leader in Germania nella calzetteria per uomo e donna, acquistata nel luglio 2002, che da 17 milioni di euro di ricavi di partenza si è già portata a quota 34 milioni.
A inizo d’anno Miro Radici Ag ha concluso inoltre una joint-venture con Pompea, per la distribuzione in esclusiva sul mercato tedesco dell’underwear della società italiana. L’operazione sta già dando i primi frutti: nel corso dei primi 2 mesi del 2003 è stato realizzato per Pompea un primo ordine di oltre 2 milioni di capi pari a un valore di oltre 5 milioni di euro.
La prossima acquisizione della società con sede a Düsseldorf – ha dichiarato a fashionmagazine.it l’amministratore delegato Michele Puller - riguarderà un’altra realtà tedesca dell’outsourcing, questa volta nel settore maglieria per uomo-donna. Senza fare nomi, Puller ha fatto sapere che si tratta di una realtà che fattura 15 milioni di euro. Probabilmente entro il 2003 Miro Radici Ag procederà quindi all’acquisto di un’altra azienda tedesca che produce abbigliamento per uomo.
Miro Radici Ag, che fa parte del gruppo italiano Miro Radici (tessile, meccanotessile, distribuzione, automotive), è specializzata in servizi di marketing, ricerca e sviluppo e logistica riservati ai player della grande distribuzione organizzata europea. Attraverso accordi di joint-venture con diverse aziende di produzione, l’azienda interagisce con grandi gruppi della distribuzione quali Wal-Mart, Metro, Tengelmann, Aldi, Rewe e Ikea, ai quali fornisce una selezione di proposte che ottimizzano il rapporto qualità-prezzo, occupandosi dell’intero ciclo di vita del prodotto, dallo sviluppo alla sua realizzazione, dalla comunicazione nel punto vendita alla logistica.
La società tedesca ha concluso il 2002 con un fatturato pari a circa 230 milioni di euro (+47% rispetto al 2001) - 100 milioni dei quali realizzati con i partner italiani quali Vefer (poliuretano), Magniflex (materassi), Saeco (macchine per espresso) – e per il 2003 prevede di chiudere l’esercizio con ricavi per 300 milioni di euro. Negli obiettivi dell’a.d. Michele Puller la quotazione sul mercato italiano (il gruppo è bergamasco) e non alla Borsa di Francoforte, anche se poi alcuni investitori istituzionali saranno probabilmente tedeschi. Come riferisce lo stesso Puller a fashionmagazine.it “i profitti della società sono sicuramente interessanti per la Borsa: la fase attuale di mercato costringe però a rimandare il progetto di quotazione a tempi migliori”.
e.f.
stats