Miroglio acquisisce il 50% del Gruppo Ayaydin

Proseguendo la sua strategia di sviluppo internazionale, il Gruppo Miroglio - cui fanno capo brand come Motivi, Elena Mirò e Caractère - si è aggiudicato il 50% di Ayaydin Group, uno dei più importanti player nell’apparel sul mercato turco, attivo nello stesso segmento dell’azienda di Alba. Nei termini dell’accordo, anche un piano di investimenti quinquennale di 120 milioni di euro.
La neonata jv prevede il supporto di Miroglio alla crescita di Ayaydin Group - proprietario dei marchi Ipekyol, Twist e Machka - sul mercato domestico e su quelli emergenti, tra i quali spiccano Russia, Romania, Ucraina, Bulgaria, Kazakhstan e Moldavia.
“Questa joint venture rientra nelle nostre strategie di sviluppo sui mercati esteri in aree del mondo oggi in notevole crescita - afferma Giuseppe Miroglio, ceo del gruppo piemontese che ha fatturato 1,03 miliardi di euro lo scorso anno -. Come per la Cina, attraverso la partnership con Elegant Prosper, abbiamo rivolto la nostra attenzione alla Turchia, uno dei Paesi in forte sviluppo più interessanti, sia per le dinamiche interne, sia per le sue caratteristiche di ponte verso l’Europa dell’Est e il Medio Oriente. L’obiettivo di Miroglio è entrarci con un approccio ‘glocal’”.
“Siamo molto orgogliosi di questa partnership” afferma Yalcin Ayaydin, ceo della ready-to-wear company di Istanbul, che ha chiuso il 2007 con 45 milioni euro di ricavi e una rete distributiva di 90 negozi. "Proprio grazie a questa mossa - continua l’a.d. - contiamo di rispettare le nostre stime che prevedono un giro d’affari, a fine 2008, di circa 70 milioni e un incremento delle aperture, sempre a fine 2008, di oltre il 40%”.
All’operazione - che per il Gruppo Miroglio ha un valore di 60 milioni di euro fra acquisizione e investimenti per il piano di sviluppo - ha preso parte anche la Simest, società italiana per le imprese all’estero.
d.p.
stats