Miroglio punta al mercato del lusso partendo da Gilles Rosier

Con l’autunno-inverno 2004-2005 prende il via un sodalizio fra il gruppo italiano del tessile-abbigliamento Miroglio e il fashion designer francese Gilles Rosier: un accordo che prevede la nascita di una maison con il nome dello stilista.
L’azienda nota per i marchi Motivi, Oltre, Elena Mirò e Caractère ha siglato ieri sera una lettera d’intenti con lo stilista, che prelude a una joint venture a maggioranza Miroglio, e già per fine anno prevede la messa a punto di un piano di sviluppo del marchio Gilles Rosier.
Lo stilista, già in forze presso Kenzo nel ruolo di responsabile stilistico che ora passa ad Antonio Marras, seguirà la direzione creativa delle collezioni che debutteranno ufficialmente sulle passerelle parigine nel marzo 2004. A Miroglio - società di Alba in Piemonte, che ha chiuso il 2002 con un fatturato di 882 milioni di euro (+6,6%) – il compito invece di presidiare la parte industriale e commerciale.
"Grazie a questa partnership – ha spiegato Giuseppe Miroglio, direttore commerciale generale del gruppo – Gilles Rosier potrà affermare la propria griffe nel medio-lungo periodo, contando sulla forza di una grande realtà". Come ha precisato il manager oggi a fashionmagazine.it, a margine della presentazione della primavera/estate 2004 di Caractère in Fiera a Milano, l’accordo rappresenta “il primo passo per orientarsi e acquisire esperienza nel segmento del lusso, andando così a completare la nostra offerta".
La direzione commerciale del progetto, al quale sarà dedicata un’area separata ad hoc, sarà di competenza di Riccardo Adamo, ex-Ungaro. Inizialmente i mercati di riferimento saranno Italia e Francia, ma è in progetto un piano distributivo a livello internazionale.
a.b.
stats