Missoni ristruttura, ma senza sacrificare le maestranze

A differenza di molte altre aziende, che in seguito alla crisi hanno ridotto, a volte drasticamente, le proprie maestranze, Missoni snellisce il management, ma lascia intatto l'organico di 250 dipendenti, impiegati presso il quartier generale di Sumirago, in provincia di Varese.
Escono infatti di scena quattro manager, tra cui Maurizio Ciriminna, direttore delle licenze, e Annamaria Altamura, alla guida della comunicazione e del marketing, un settore quest'ultimo che passerà nelle mani del direttore creativo Angela Missoni. Se Vittorio Missoni continuerà a supervisionare gli affari istituzionali e Massimo Gasparini a ricoprire la carica di ceo, Luca Missoni si occuperà della neonata Fondazione Ottavio e Rosita Missoni, che ha l'obiettivo di salvaguardare l'heritage e i valori del brand.
Tutti salvi, invece, i 250 posti di lavoro di operai e impiegati dello stabilimento di Sumirago, molti dei quali in forze da anni presso la griffe. "L'impasse finanziaria internazionale ha determinato una pesante atmosfera presso i clienti della moda, con una conseguente contrazione dello shopping - si legge in una nota diffusa oggi dai tre fratelli -. Tocca alla proprietà, in questo difficile momento, gestire la fase più delicata della storia della Missoni SpA".
Angela, Luca e Vittorio si impegnano dunque a "continuare a effettuare in Italia tutte le fasi della lavorazione delle linee, al fine dell'assoluta qualificazione del nostro marchio, incontrovertibilmente made in Italy. Riteniamo inoltre, per il superamento della crisi contingente, di assumerci direttamente le responsabilità aziendali, gestendo quindi personalmente la società".
La maison ha archiviato il 2008 con ricavi pari a 81 milioni di euro, una cifra che con ogni probabilità subirà una contrazione, forse nell'ordine del 10%, nel 2009. Ciononostante, i progetti non si fermano: è confermata l'apertura di un punto vendita di circa 200 metri quadri all'interno dello shopping mall Iguatemi di San Paolo del Brasile a fine novembre, mentre a gennaio è previsto un opening a Los Angeles, seguito dall'avvio di una boutique a Malibu.
a.b.
stats