Mittelmoda: la presidenza a Matteo Marzotto

Cambio della guardia al vertice di Mittelmoda International Lab (Mil), organismo che promuove il concorso per giovani talenti Mittelmoda-The Fashion Award, la cui 16esima edizione è in programma a Gorizia dall'11 al 13 settembre prossimi. L'attuale presidente, Beppe Modenese, diventa presidente onorario. Al suo posto subentra Matteo Marzotto.
Marzotto lavorerà a stretto contatto con il segretario generale di Mil Maurizio Tripani, alla guida anche di Udine e Gorizia Fiere SpA. Da segnalare l'ingresso di Marialuisa Trussardi nel Consiglio Direttivo. "Sono convinto che da ogni cambiamento possano generarsi stimoli nuovi e occasioni di crescita", commenta il presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, Mario Boselli, che sottolinea come Mittelmoda sia "l'unico concorso di rilevanza internazionale nel nostro Paese".
Il passaggio di consegne sarà ufficializzato durante l'imminente appuntamento con la manifestazione, che prevede la consegna di un riconoscimento a Modenese per il suo contributo allo sviluppo del contest.
25 i finalisti di questa edizione, la sedicesima, con una netta predominanza di donne: 19 contro sei uomini. La maggior parte dei selezionati proviene dall'Europa, con ben cinque nomi tedeschi e quattro italiani. Tre le nazioni extra-europee rappresentate: Australia, Israele e Giappone. Come informa Gianfranco Di Natale, direttore generale di Sistema Moda Italia, le scuole internazionali che hanno aderito sono state oltre 600. "Il nostro sostegno va oltre il semplice patrocinio - precisa -. Siamo infatti convinti che il tessile-abbigliamento-moda italiano abbia davanti a sé, nonostante i profeti di sventura, un grande futuro nel mondo. E il futuro è per definizione dei giovani". Doveroso, quindi, scommettere su di loro: un discorso che vale non solo per le istituzioni, ma anche per aziende come Levi's, che mette in palio un riconoscimento speciale di 5 mila euro, più la possibilità di trascorrere un periodo presso il Levi's Design Studio di Bruxelles e di vedere un proprio capo entrare negli archivi della società a San Francisco.
a.b.
stats