Modapelle by Pitti Immagine: crescono i buyer esteri

La settima edizione di Modapelle by Pitti Immagine, conclusasi ieri alla Fortezza da Basso di Firenze, ha fatto registrare un aumento dei compratori esteri (461, +13% rispetto al settembre 2001), che in termini di aziende presenti sfiora il 20% di incremento. In calo, tuttavia, l’affluenza complessiva. Gli organizzatori evidenziano il risultato degli Stati Uniti, passati dai 30 visitatori di un anno fa, all’indomani dell’attacco alle Twin Towers, ai 111 di questa edizione. Gli altri buyer stranieri sono venuti da Germania (49), Francia (46), Gran Bretagna (38), Giappone (27), Spagna (25), Hong Kong (22), Turchia (20) e Portogallo (15). L’affluenza complessiva, tuttavia, ha fatto segnare un calo del 10%, con un totale di 2.142 presenze. Nei due giorni di manifestazione 89 aziende, prevalentemente concerie del comprensorio toscano (rivolto a calzatura e pelletteria) e di quello di Solofra, specializzato nell’abbigliamento, hanno presentato le anticipazioni per l’autunno/inverno 2003/2004. Negli stand si sono visti gli uffici stile delle maggiori griffe internazionali tra cui Christian Dior, Salvatore Ferragamo, Roberto Cavalli, Hugo Boss, Gucci, Dolce & Gabbana, Donna Karan, Giorgio Armani, Calvin Klein. La tendenza per la prossima stagione invernale vede un ritorno del classico, l’abbandono delle stravaganze, ma anche la ricerca di lavorazioni e materiali particolari, come i pellami tatuati o il cammello, nonché una conferma dell’invecchiato e del vissuto, leit motiv delle ultime stagioni, ma più orientati al lusso.
a.m.
stats