Modaprima registra un calo del 4% dei visitatori

Bilancio non troppo negativo per la cinquantaquattresima edizione di Modaprima. Nonostante gli effetti della guerra in Iraq e della Sars, il salone dedicato alle anticipazioni moda e accessori per la primavera/estate 2004 ha registrato un calo di presenze del 4% dovuto soprattutto alla forte diminuzione dei compratori cinesi (-56%). In crescita invece i visitatori europei e giapponesi.
Se da un lato i 70 espositori presenti alla manifestazione hanno rilevato un drastico calo di buyer provenienti da Cina e Hong Hong, dall’altro hanno invece visto crescere il numero di visitatori giapponesi (+2,2%), tradizionali clienti di Modaprima, e provenienti da alcuni mercati europei tra cui Gran Bretagna (+21,4%), Belgio (+14,3) e Spagna (+10,3%). Buona anche l’affluenza degli operatori tedeschi che, nonostante il difficile momento congiunturale interno, sono giunti al salone milanese più numerosi dell’edizione scorsa (+5,7%), mentre tra i 3.455 visitatori in totale, giunti da 57 Paesi diversi, sono state registrate per la prima volta nuove presenze da Croazia e Russia.
Durante quest’appuntamento, svoltosi dall’1 al 3 giugno, si è tenuto un workshop dal titolo “Visual merchandising e acquisti: partnership vincente” dove Beatrice Rizzi (esperta di marketing strategico orientato al retailing di Venus) e Monica Cicognini (responsabile collezione e visual merchandising di Etam Italia) hanno messo in luce come il punto vendita di successo debba avere un’offerta ben definita, comprensibile al target di consumatori a cui si rivolge e di conseguenza un’adeguata pianificazione degli acquisti.
Alla chiusura della manifestazione sono state annunciate le date della prossima edizione, prevista dal 30 novembre al 2 dicembre.
v.s.
stats