Moncler, ma non solo: capsule collection "da star"

Lusso e celebrity, un binomio in ascesa. Dopo l’esordio (per la verità poco fortunato) di Lindsay Lohan come fashion consultant di Ungaro, nuove star si cimentano nel design: Pharrel Williams per Moncler, il duo Brangelina per Asprey, Michael Stipe per Maison Martin Margiela.
Pharrell Williams, musicista vincitore di più Grammy award, ha firmato insieme al marchio guidato da Remo Ruffini una special edition di capispalla maschili, riedizioni del classico piumino Moncler accanto a nuovi modelli, al debutto con l’autunno-inverno 2010. Tutti i pezzi sono proposti in total black, con dettagli in pelle e zip dorate waterproof e realizzati in tessuti riciclati da bottiglie di plastica prodotti dalla Bionic Yarn, azienda di proprietà dello stesso Williams.
Dopo la collaborazione di qualche anno fa con Damiani, Brad Pitt torna invece a creare preziosi, questa volta insieme alla compagna Angelina Jolie. Per il gioielliere britannico Asprey, i due hanno concepito la capsule collection “The Protector”, in vendita da questa settimana nelle boutique della griffe a New York, Beverly Hills, Tokyo e Dubai. Il range, ispirato alla figura del serpente, è composto da gioielli in oro e accessori in argento. L’intero ricavato delle vendite servirà a finanziare i progetti benefici della Education Partnership for Children of Conflict, cofondata dall’attrice americana nel 2006.
Si tratta invece di un unico pezzo-scultura quello progettato dal frontman dei R.e.m., Michael Stipe, per la jewellery di Maison Martin Margiela: un’edizione limitata a 199 esemplari di un prezioso a forma di microcassetta musicale in argento sterling. La creazione sarà venduta nei monomarca del brand e in un numero selezionato di negozi e concept store.
m.g.
stats