Monnalisa tra i finalisti dell'Oscar di Bilancio 2005

Il primo dicembre, a Palazzo Mezzanotte di Milano, saranno decretati i vincitori dell'Oscar di Bilancio 2005, attribuito da Ferpi (Federazione Relazioni Pubbliche Italiane) sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica ai bilanci aziendali con particolari caratteristiche di rigore e trasparenza. Tra i finalisti della categoria "Piccole e medie imprese" spicca Monnalisa, azienda attiva nell'abbigliamento infantile.
Fra i 25 nomi (cui quest'anno si sono aggiunte due segnalazioni "extra" con menzioni speciali) selezionati da una giuria presieduta dal rettore dell'Università Bocconi Angelo Provasoli, si trovano grandi realtà come Cattolica Assicurazioni, Unicredit SpA e Ras, senza contare Enel e Fiat.
Quindi Monnalisa, realtà aretina guidata da Piero Jacomoni, è in buona compagnia. Nel suo ambito, quello appunto delle "Piccole e medie imprese", deve competere con Unicredit Produzioni Accentrate, Filca Cooperative, Aimag e Assiteca. La nomination è stata decisa perché Monnalisa aderisce dal 2002 alle norme internazionali della certificazione etica SA8000 per la tutela dei dipendenti e la salvaguardia della loro salute sul posto di lavoro, la difesa delle pari opportunità, il divieto dello sfruttamento di minori, l'equità e il rispetto ambientale. Nel 2003, tra l'altro, ha ottenuto dalla Commissione Europea una "Best practice" per la responsabilità sociale.
Sempre a proposito di Monnalisa, ma in un altro contesto, da segnalare il concorso "Disegno l'abito per la mia bambola", il cui bando è disponibile sul sito www.monnalisa-spa.com: una competizione destinata alle bimbe fra i 4 e i 12 anni, che entro il 31 marzo prossimo dovranno inviare un disegno del vestito ideale per la loro "compagna di giochi". Una giuria composta da Barbara Jacomoni, moglie di Piero e contitolare della società, e da alcune giornaliste valuterà gli elaborati e ne sceglierà tre. All'autrice di quello giudicato più originale andranno capi di abbigliamento Monnalisa per un totale di mille euro, mentre la seconda e la terza classificata si aggiudicheranno rispettivamente 500 e 250 euro in modelli della collezione primavera-estate 2006.
a.b.
stats