Montefibre: titolo al ribasso, dopo i rialzi di ieri

Dopo l'annuncio dell'accordo con il 100% dei creditori al piano di ristrutturazione del debito di Montefibre - che ieri ha portato il titolo a segnare un +17,94% a Piazza Affari -, oggi le azioni dell'azienda, classificata tra i più importanti produttori mondiali di fibra acrilica, invertono la rotta.
A metà pomeriggio, il titolo veniva scambiato a 0,15 euro per azione, in ribasso del 6,85%. Il cda ha approvato nei giorni scorsi il resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2009, il cui raffronto con i dati dell'analogo periodo 2008 deve tenere conto della decisione, assunta nel primo trimestre 2009, di fermare definitivamente gli impianti di Porto Marghera. I ricavi netti hanno superato i 120 milioni di euro, dai 210,3 del gennaio-settembre dell'anno passato. Il margine operativo lordo si è attestato a -14,9 milioni, a fronte dei precedenti +6,3 milioni, mentre si è registrata una perdita operativa di 27,1 milioni di euro, da un rosso di 17,6 milioni. L'indebitamento finanziario netto si è ridotto da 53,7 a 39 milioni di euro.
a.b.
stats