Movimenti nelle divisioni di Jones Apparel

Jones Apparel, produttore americano di abbigliamento e accessori con marchi propri e in licenza, rivede l’organigramma di alcune unit per raggiungere una maggiore efficienza a livello di gruppo. I movimenti maggiori interessano il footwear e gli accessori (borse e gioielli) a livello di wholesale, ma anche l’abbigliamento e le calzature di tutti i brand di proprietà (comparto retail), eccetto Barneys New York.
Andrew Cohen occuperà la nuova poltrona di president “Wholesale Footwear and Accessories”. In precedenza è stato group president per le linee di Jones Apparel l.e.i. ed Energie e riporterà a Rhonda Brown, che nel gruppo è ceo del business “Footwear, Accessories and Retail”.
Risponderà alla Brown anche Heather Pech, nuovo president “Company-Owned Retail Footwear and Apparel”, dopo avere lasciato la posizione di ceo di Polo Jeans Company, che è recentemente passata da Jones a Polo Ralph Lauren (vedi fashionmagazine.it del 23 gennaio). Ma i cambiamenti nel gruppo quotato al Nyse coinvolgono anche altre aree. Jack Gross, già ceo della divisione Gloria Vanderbilt, passa alla guida di tutte le linee denim e junior del gruppo e riporterà direttamente a Peter Boneparth, boss di Jones. Barry Bates, in Jones dallo scorso anno come presidente del brand l.e.i., è promosso a group president di l.e.i. ed Energie (dipenderà a sua volta da Gross). Più responsabilità anche per Patty Leto che, riferendo a Bates, lascia la posizione di senior vice president “Merchandising” per quella di presidente del marchio Energie. Nel suo curriculum svariate posizioni a livello senior in Macy's East e Federated Corporate.
e.f.
stats