Munich Fabric Start chiude all'insegna dell'ottimismo

Munich Fabric Start ha chiuso l'edizione invernale 2012 con un +4% di visitatori, registrando circa 17.600 ingressi. Durante la kermesse 800 espositori da 36 Paesi hanno presentato le loro collezioni di tessuti per la primavera-estate 2013 su una superficie di 50mila metri.
Soddisfatti gli organizzatori, che hanno messo l'accento sulla qualità delle aziende presenti: le hall M,O,C, e Zenith hanno accolto, tra gli altri, compratori del calibro di H&M, Marks & Spencer, C&A, Marc O'Polo, Drykorn, Mustang, oltre a Hugo Boss, Armani e Jean Paul Gaultier.
Durante uno dei momenti centrali della kermesse, organizzato allo Spiegelsalon durante la serata inaugurale, il ceo dell'istituto di ricerca Rheingold Stephan Grünewald ha indicato le sei tendenze dei tempi di crisi: il carnevale dei consumi, il nuovo potere di agire, la caccia agli affari, la crescita delle performance, il ripristino dei valori di cittadinanza e il trovare rifugio nel proprio Paese di origine. I consumatori, secondo quanto sintetizzato dall'esperto, cercano un mondo ideale e spensierato, anche nel guardaroba. Ampio interesse anche per il forum Organicselection e per le piattaforme Eco Village e Green Zone, dove diversi produttori di denim, tra cui Italdenim e Uco Raymond, hanno mostrato le loro innovazioni in fatto di sostenibilità e rispetto dell'ambiente.
c.le.
stats