Napapijri: il punto di vista di Rosset sulla vertenza fra Vf e dipendenti

Giuliana Rosset - ex-titolare di Green Sport Monte Bianco (cui fa capo Napapijri) e ora dirigente nel nuovo assetto post-acquisizione da parte di Vf Corporation - risponde alle critiche che l’hanno colpita nell’ambito della vertenza fra la nuova proprietà e i dipendenti della sede di Quart in Val d’Aosta, preoccupati per la perdita del posto di lavoro.
“Non credo di aver nulla da nascondere o di cui rimproverarmi: io e la mia famiglia abbiamo guidato una piccola azienda della Val d’Aosta al successo – spiega in un comunicato l'imprenditrice -. Eravamo però arrivati a un bivio: o crescere ulteriormente trovando i capitali, le alleanze industriali e le condizioni logistiche per restare competitivi, oppure gestire l’esistente preparandoci a un rapido declino”.
“Abbiamo scelto di passare la mano - sostiene Giuliana Rosset - nella convinzione che Vf Corporation abbia le dimensioni e le risorse per assicurare l’esistenza e lo sviluppo dell’impresa nel lungo periodo”.
“Mi amareggia profondamente - scrive ancora Giuliana Rosset - l’accusa di avere in qualche modo tradito la fiducia dei miei collaboratori, con promesse di continuità che non ho fatto, né avrei potuto fare, giacché la conduzione dell’azienda passava sotto la gestione di Vf Corporation”.
Giuliana Rosset sottolinea, infine, come al momento si stiano alimentando polemiche e allarmi sulla base di voci e notizie non corrispondenti al reale stato delle cose (vedi fashionmagazine.it dell’8 novembre). Nel primo incontro con le organizzazioni sindacali, Vf Corp. avrebbe dato, infatti, la disponibilità a valutare soluzioni utili alla gestione degli impatti occupazionali.
Un secondo incontro tra le parti si terrà il 17 novembre. Solo allora si potranno conoscere le decisioni che riguardano il futuro della Green Sport Monte Bianco.
e.a.
stats