Nasce Assotemporary, associazione italiana dei temporary shop

Ufficializzata oggi a Milano la nascita di Assotemporary, associazione che intende diventare il punto di riferimento delle formule commerciali - dallo shop sharing alla showroom "a tempo" - che trovano nel temporary shop la loro espressione più diffusa.
L'idea di Assotemporary ha preso forma all'interno di Assomoda Lombardia, realtà che non si limita più soltanto a rispecchiare il mondo degli agenti di moda, ma si spinge nel territorio della distribuzione intesa in senso più ampio. Non a caso, il presidente di Assotemporary è Giulio Di Sabato, al vertice di Assomoda Italia, e il direttore responsabile Massimo Costa, che sempre in Assomoda Italia riveste il ruolo di segretario generale. Inoltre, fanno parte del consiglio direttivo Paolo Comini (uno dei pionieri della formula "temporary" nel nostro Paese, artefice insieme ad Andrea Meschia di Sidecar Eventi) e Roberto Mari, imprenditore attivo nel campo del turismo. "Scopo principale di questa nuova iniziativa - si legge in una nota - è svolgere attività di tipo sindacale e informativo, al fine di promuovere tipologie commerciali caratterizzate dalla temporaneità". Il calcio d'inizio sarà un'azione di comunicazione e marketing associativo a Milano, per poi passare anche alle altre città della Penisola. "Stimiamo che nel capoluogo lombardo siano almeno 30/40 gli operatori potenzialmente interessati ad aderire ad Assotemporary - precisa il comunicato -. Una cifra che, se si considera l'intero territorio italiano, sale a 80/100". In futuro il campo d'azione potrebbe estendersi all'estero.
a.b.
stats