Neiman Marcus in rosso nel secondo quarter

Nel secondo trimestre chiuso lo scorso 31 gennaio, il retailer di Dallas, Neiman Marcus, ha totalizzato ricavi per 1,08 miliardi di dollari da 1,37 miliardi dello stesso periodo un anno prima (-21,2%). A livello operativo la società è così passata da un utile di 134,3 milioni di dollari a una perdita di 592,7 milioni (-32,6 milioni se si esclude l’impatto di alcune voci straordinarie).
Il quarter è terminato con un rosso di 509,2 milioni di dollari dal precedente profitto di 44,3 milioni. Anche la semestrale si è chiusa in passivo, per 496 milioni di dollari (prima era in utile per 123,1 milioni). Nei sei mesi il turnover è diminuito da 2,51 a 2,07 miliardi di dollari, mentre la perdita operativa, su cui pesa una serie di svalutazioni (dell’avviamento, dei marchi di proprietà e di alcuni asset) è stata di 511,1 milioni (da un ebit positivo per 324 milioni del primo semestre dell’esercizio precedente).
Neiman Marcus ha anche pubblicato il resoconto del mese di febbraio: le vendite sono scese del 19,7% a 232 milioni di dollari. Il segmento “specialty retail store”, che comprende i negozi Neiman Marcus e Bergdorf Goodman, ha subito un -24,2%, mentre le vendite online e su catalogo (con i marchi Neiman Marcus, Bergdorf Goodman e Horchow) hanno accusato una flessione dell’1% soltanto.
e.f.
stats