Nel Dover Street Market Ginza in vendita anche i modelli storici di Ferragamo

Ha aperto i battenti a Tokyo il Dover Street Market Ginza, destinato a diventare una tappa obbligata per gli amanti del fashion e del design della capitale giapponese. Situato presso il Ginza Komatsu West (6-9-5 Ginza, Chuo-ku), il megastore è anche una vetrina di oggetti particolari e capsule collection, come la linea Ferragamo's Creations, tra le prime a ritagliarsi uno spazio nell'esclusiva location.
Dietro al concept nato nel 2004 con l'omonimo punto vendita londinese, c'è la creatività di Rei Kawakubo, fondatrice di Comme des Garçons, che ha scelto per l'apertura nella terra del Sol Levante un edificio storico del 1946 demolito tre anni fa e ricostruito negli ultimi mesi. I 2.500 metri di superficie del negozio, l'intera area occidentale di un department store, sono percorsi verticalmente dalla scultura "White Pulse" dell'artista Nawa: una vena bianca che percorre il palazzo dalla base al sesto e ultimo piano.
Tra i brand proposti , oltre alle linee Junya Watanabe, Ganryu e Play Comme des Garçons - tutte del marchio di casa - spicca una selezione di edizioni speciali tra cui quella di Vans, Yoshida con i suoi lavori dedicati ai Peanuts e le T-shirt di A bathing ape. Ricrea l'atmosfera di un'atelier di alta moda degli anni Cinquanta il corner di Ferragamo's Creations, che ospita una riedizione vintage, in serie limitata e numerata, di alcune calzature e borse iconiche della maison fiorentina. Tutti i modelli sono realizzati a mano utilizzando costruzioni, pellami e forme originali, riconoscibili anche grazie all'etichetta disegnata nel 1927 dal pittore futurista Lucio Venna.
La linea, lanciata nel 2006 per il concept store adiacente il Museo Salvatore Ferragamo di Firenze, è oggi disponibile in poche boutique Ferragamo nel mondo, oltre che nei multibrand di 10 Corso Como (a Milano e a Seoul), da Maria Luisa presso Printemps di Parigi, in alcuni spazi di ricerca come Coccodrillo ad Anversa e sul sito thecorner.com. Un progetto che ripropone alcuni dei pezzi indimenticabili della griffe, tra cui il sandalo con zeppa a "F" premiato con l'Oscar della Moda nel 1947, la ballerina in camoscio creata per Audrey Hepburn e la décolletée di Marilyn Monroe nel film "A qualcuno piace caldo".
Secondo la stampa internazionale, Rei Kawakubo intende esportare il concept Dover Street Market anche oltreoceano, a New York. "Ho voluto creare una sorta di mercato dove vari artisti di diversi settori possono ritrovarsi insieme in un'atmosfera di meraviglioso caos" è il commento della stilista.
c.le.
stats