Nessun anticipo per NeoZone, White e Cloudnine

Per Raffaello Napoleone, a.d. di Pitti Immagine, è molto positivo il fatto che si sia innescato un processo di confronto sul tema fiere ma ritiene che "l’attuale posizionamento di NeoZone, White e Cloudnine risponda perfettamente alle esigenze delle aziende che vi espongono, dei buyer e della stampa".
"Il fatto stesso di affrontare queste tematiche è utile" ha commentato l’amministratore delegato di Pitti Immagine, interpellato da fashionmagazine.it sulla proposta scaturita dalla Consulta Milano Moda Donna di anticipare tutti i saloni femminili a fine gennaio, in concomitanza con il nascente Milano Showroom (vedi fashionmagazine.it del 13 dicembre).
Secondo Napoleone è fondamentale che le collezioni vengano presentate non appena pronte: "Sono quindi d’accordo sul modello del doppio appuntamento come avviene in altri Paesi: anticipato per le collezioni che necessitano di una distribuzione più programmata, più ritardato per gli ‘atti creativi’ che richiedono una presentazione quasi immediata". "Anzi – aggiunge – per le proposte femminili che necessitano di una distribuzione più strutturata il momento giusto potrebbe essere ancora più anticipato, in concomitanza con le presentazioni maschili".
Per quanto riguarda invece le collezioni di ricerca, il momento giusto è quello in cui si collocano anche le passerelle di Milano Moda Donna: “In questo secondo ambito si iscrive l’offerta di NeoZone, White e Cloudnine - spiega Napoleone - manifestazioni che quindi non mettono in discussione il loro posizionamento. Quando le cose funzionano bene bisogna lasciarle funzionare: l’attuale tempistica di queste tre rassegne soddisfa pienamente le esigenze del mercato”.
c.mo.
stats