Net-a-porter sbarca con una sede a New York

Net-a-porter - la realtà delle vendite online di abbigliamento e accessori griffati che, oltre al sito omonimo, include Mr Porter e The Outnet - ha aperto ieri a New York la sua prima sede fuori dalla Gran Bretagna, per seguire più da vicino lo sviluppo del business negli Stati Uniti. Un mercato, questo, che si è rivelato a più alto tasso di crescita nelle ultime stagioni per l'e-tailer, che fa capo alla holding svizzera Richemont.
La fondatrice ed executive chairman Natalie Massenet ha dichiarato infatti alla stampa americana di settore che la compagnia ha avuto una crescita del 73% anno su anno negli Usa, conquistando 25mila nuovi clienti e registrando più di 6,5 milioni di pagine uniche viste al mese, considerando globalmente i tre siti. Gli acquisti dagli Stati Uniti sono aumentati di sei volte da quando Net-a-porter ha reso disponibili gli ordini da questo Paese nel 2006 (di otto volte, se si includono Mr Porter e The Outnet) e attualmente rappresenta l'area a più interessante ritmo di sviluppo e potenzialità.
Da questo territorio il retailer online con sede principale a Londra ricava una quota maggiore del 30% rispetto al giro d'affari complessivo. La società punta particolarmente a sfruttare le opportunità che verranno dal mobile commerce. Già ora dal 20% al 30% delle transazioni avvengono via smartphone o tablet.
e.a.
stats