New York: dopodomani apre Topshop

Avrebbe già dovuto aprire a fine 2008, ma problemi tecnici hanno rallentato il progetto: finalmente si avvicina l'ora x per l'opening di Topshop a Manhattan, in programma dopodomani alle 11 al 478 di Broadway, vicino a Broome Street, nel quartiere di SoHo.
Si tratta del primo store dell'insegna britannica in territorio statunitense, con una superficie di tutto rispetto: circa 2.500 metri quadri destinati alla vendita (su un totale di 4mila metri quadri), distribuiti su quattro piani, dove la catena riproporrà la formula che l'ha resa famosa, ossia abiti e accessori alla moda, senza incidere troppo sul portafoglio.
A tagliare il nastro insieme a Sir Philip Green (patron del Gruppo Arcadia, di cui Topshop fa parte) e alla moglie ci sarà Kate Moss, che nel 2006 ha iniziato una collaborazione con il retailer, firmando una linea di cui proprio dopodomani presenterà in anteprima le proposte primaverili. Nello shop troveranno spazio anche le capsule collection firmate da Preen, Jonathan Saunders e Richard Nicoll, insieme a Topshop Unique, l'alto di gamma secondo Topshop. Inoltre, a fine aprile saranno inseriti in negozio i modelli realizzati insieme a Barbara Hulanicki, fondatrice di Biba negli anni Sessanta. Tra le iniziative abbinate all'inaugurazione, l'omaggio di una serie di T-shirt con il motivo della Union Jack a chi farà acquisti per oltre 100 dollari nel primo giorno, i consigli in fatto di look di uno "Style Studio" e un concorso per volare alla volta della London Fashion Week il prossimo autunno. Già da qualche giorno, infine, un furgoncino personalizzato con la scritta "Topshop hearts challenger" sta girando per New York e distribuendo buoni acquisto di un valore compreso tra i 5 e i 500 dollari, con la conditio sine qua non che vengano spesi entro la sera del 2 aprile.
a.b.
stats