New entry e nuovi progetti in Fortezza da Basso

683 aziende e 763 marchi a Pitti Uomo: tra i progetti speciali da segnalare il tempietto della cravatta di Hermès disegnato dall’Atelier Mendini, la linea Y3 di Yohji Yamamoto per Adidas, la nuova Ballantyne Cashmere di Alfredo Canessa e lo stand celebrativo per i 150 anni di Levi’s. Numerose le new entry. Tra i brand (494 italiani, 269 stranieri) quelli presenti per la prima volta al salone sono 60 e 25 sono i rientri. Tra i nomi nuovi (almeno rispetto alla passata edizione) oltre a quelli già citati figurano 55 DSL, Alexandre Savile Row, Can’t Skate, C&C Milano, Colur, DDC Lab, Decauville, Diadora Heritage, Dirty Youth of the UK, Ecko Unltd., Ellesse, Emilio Cavallini, Falke, Forniture Navali, Garbino (nuova linea di Fuzzi), Gentryportofino, Gieves & Hawkes, Hackett, J.M. Weston, Jan & Carlos, Jean Baptiste Rautureau, Manufacture d'Essai, Minus_Ung, Ozwald Boateng, Piacenza Cashmere, Pierre Cardin, Red+, Ringspun, Sabelt, Schmoove, Science, Springcourt, ST:F3 Project, To & Co., Yo Japan. Da non perdere l’esordio di Co. Lab Circle, il primo progetto di cooperazione creativa tra Puma, Evisu e Fake London.
c.mo.
stats