Nike, Gap e Louis Vuitton tra i "best global brand" del 2004

Per trovare un brand della moda, intesa nel senso più esteso del termine, nella classifica in base al valore stilata quest’anno da Interbrand, dobbiamo scendere al di sotto della trentesima posizione: si tratta del colosso degli articoli sportivi Nike (31esimo), seguito a breve distanza dal retailer Gap (38esimo) e dalla griffe francese del lusso Louis Vuitton (44esima).
Nike capeggia la lista dei fashion brand con oltre 9 miliardi di dollari di valore, in aumento del 13% rispetto allo scorso anno. Per Gap si scende a quota 7,9 miliardi (+2%), mentre per Vuitton, primo marchio europeo della top 100, che totalizza 6,6 miliardi (-2%). Se vogliamo includere anche il settore beauty, la francese L’Oréal si colloca 49esima a 5,9 miliardi di dollari (+5%). Per individuare il primo marchio italiano dobbiamo scorrere fino al 59esimo posto con Gucci, valutato 4,7 miliardi di dollari, tuttavia in flessione dell’8%. Gli unici altri rappresentanti del made in Italy della lista sono Armani (93esimo, a 2,61 miliardi di dollari) e Prada (95esimo, a 2,57 milirdi): si tratta di new entry fra i primi 100 segnalati da Interbrand.
Precedono queste due firme, in ordine decrescente per valore, i brand Chanel (64esimo, a 4,4 miliardi), Adidas (69esimo, a 3,74 miliardi), Rolex (70esimo, a 3,72 miliardi), Tiffany (75esimo, a 3,6 miliardi), Hermès (79esimo, a 3,4 miliardi), Levi’s (85esimo, a 2,98 miliardi), Cartier (91esimo, a 2,75 miliardi) ed Estée Lauder (92esimo, a 2,63 miliardi).
Al centesimo posto Polo Ralph Lauren, la cui firma vale 2,1 miliardi di dollari.
La palma d’oro va al colosso dei consumer good Coca-Cola (67,4 miliardi di dollari), seguito dai giganti dell’informatica Microsoft (61,4 miliardi) e Ibm (53,8 miliardi).
e.f.
stats