Nike: i ricavi trimestrali salgono del 18% a 5,7 miliardi di dollari

Nel secondo trimetre fiscale Nike ha totalizzato 5,7 miliardi di dollari di fatturato, in aumento del 18% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. L'utile netto del gruppo dello sportswear di Beaverton è invece salito del 3% a 469 milioni di dollari.
Nel bilancio a sei mesi il risultato netto è stato di 1,11 miliardi di dollari, dai precedenti 1,02 miliardi, mentre i ricavi si sono attestati a 11,8 miliardi (+18%). In Nord America, in particolare, le vendite sono salite del 18%. Più dinamici i mercati emerging (+25%) e la Greater China (+19%), mentre in Europa Occidentale Nike ha registrato un +6% (a fronte di un +16% segnato nel Centro ed Est Europa) e in Giappone un -1%.
Su base sia semestrale che trimestrale si rivelano in contrazione i margini lordi: come spiegano dalla società guidata da Mark Parker, la flessione riflette un incremento dei prezzi delle materie prime.
Quanto agli ordinativi futuri relativi al marchio Nike non si avvertono segnali di rallentamento: quelli con consegna tra dicembre e aprile 2012 hanno raggiunto quota 8,9 miliardi di dollari, in progresso del 13% rispetto allo stesso periodo dello scorso esercizio.
e.f.
stats