Nike: record di vendite in America, crescita lenta in Europa e Asia

Successo di vendite negli Stati Uniti per Nike (+15%) nel secondo trimestre 2005, chiuso al 30 novembre. Più lenta invece la crescita in Europa e Giappone, dove gli aumenti di fatturato, rispettivamente del 2% e 4%, non hanno raggiunto le aspettative del gruppo americano.
Nel complesso, Nike ha riportato, nel periodo settembre-novembre, una crescita dei ricavi del 10% (attestandosi a 3,5 miliardi di dollari) e del 15% per quanto riguarda gli utili netti, che hanno raggiunto i 301 milioni di dollari.
Nel semestre, il progresso delle vendite è stata del 9%, con un giro d’affari che si attesta a 7,3 miliardi di dollari, mentre l’utile è salito addirittura del 25%, portandosi a 733,4 milioni.
La buona performance dei ricavi nelle Americhe (+33%, a 242,1 milioni) compenserebbe, secondo i vertici del gruppo, i risultati non brillanti raggiunti in Europa e nella regione Asia-Pacifico. In queste aree, anche gli ordini hanno deluso le attese, con perdite del 6% nel Vecchio continente e un progresso del 2% in Asia. Nel complesso, tuttavia, gli ordini sono saliti del 7%.
fi
stats