Nuance group: progetti di espansione

Incrementare il fatturato del 15-20% all'anno per i prossimi 24 mesi e portare l'ebitda dal 5,5% al 6%. Questi gli obiettivi economici che Nuance group, la holding acquisita a luglio dal gruppo Pam in joint venture con Stefanel, intende mettere a segno.
Ad annunciarlo è stato Peter Petersen, presidente e amministratore delegato del leader mondiale del retail aeroportuale, che ha incontrato oggi la comunità finanziaria al Palazzo della Borsa di Milano insieme a Giuseppe Stefanel, presidente di Stefanel e Arturo Bastianello, amministratore delegato del gruppo Pam.
Durante la conferenza stampa il numero uno della holding con sede a Zurigo ha illustrato il programma strategico dei prossimi tre anni, le cui azioni dovrebbero portare a una crescita del giro d'affari, che per il 2001 è stato di 1,2 miliardi di euro, migliorando l'utile operativo lordo attestatosi lo scorso anno intorno ai 62 milioni di euro.
Nuance group intende dunque incrementare la propria quota di mercato e il numero dei punti vendita, ponendo l'attenzione nel business del retail aeroportuale che per il gruppo attualmente rappresenta l'8%, e cogliendo altre opportunità nel'e-business, nei terminal degli autobus, nelle stazioni dei treni, nei porti di mare, all'interno di villaggi turistici o nei club.
Queste strategie, secondo Petersen, vanno realizzate mediante il rafforzamento di fattori come la diversificazione geografica e di prodotto e contando su un management qualificato e di grande esperienza.
"Vogliamo diventare un marchio internazionale, riconosciuto da tutti - ha detto il presidente di Nuance group -. Per questo dobbiamo aumentare la nostra presenza nei Paesi dove già operiamo come la Germania, il Canada e gli Stati Uniti ed entrare in quelli dove siamo assenti come l'Italia, la Spagna e il Sud America. Inoltre intendiamo bilanciare la nostra offerta che attualmente è composta in maggioranza da profumi & cosmetici (33%) e liquori (18%)".
Le intenzioni sono quelle di invogliare i viaggiatori a spendere di più. Per questo la società sta studiando nuovi concept shop. Sia Giuseppe Stefanel che Arturo Bastianello si sono definiti soddisfatti di questa acquisizione perché per il business negli aeroporti rappresenta uno delle vie future per incrementare le vendite.
v.s.
stats