Numeri in flessione per Fossil ma i vertici rivedono al rialzo le stime

Il gruppo americano Fossil, specializzato nei segmenti fashion watches e jewelry, termina il terzo trimestre con vendite per 381,4 milioni di dollari, in diminuzione del 6,9% rispetto allo stesso periodo del 2008. La performance è tuttavia migliore di quella realizzata nei nove mesi (-8,8%) e va oltre le aspettative del management.
Secondo Mike Kovar, excutive vp e cfo del gruppo quotato al Nasdaq, il quarter risente positivamente di un +6,4% nei nuovi store (a valute costanti), di un progresso nel business degli orologi e di un calo nelle giacenze di magazzino. Nonostante il quarter si sia concluso anche con un calo dell'utile (-3,3% a 35,3 milioni di dollari), il management ha rivisto al rialzo le stime per il quarto trimestre e per l'intero fiscal year prevede di mantenere i ricavi e gli utili per azione in prossimità dei livelli record realizzati nel 2008.
Nella valutazione a nove mesi il turnover si è contratto dell'8,8% a 1,02 miliardi di dollari, mentre il risultato netto ha accusato un -24,6% a 69,2 milioni.
e.f.
stats