Nuove nomine oltreoceano per i brand italiani Moncler e Bruno Magli

Il presidente della divisione statunitense del brand italiano Moncler, Joseph J. Barrato, 71 anni, ha annunciato che lascerà il ruolo a fine giugno. Prenderà il suo posto Sandra Jovicic, ex executive vice president di Tommy Hilfiger North America. Patricia Malone, in precedenza ceo di Dior Usa, guiderà invece la filiale statunitense del brand di calzature e accessori made in Italy Bruno Magli, a partire dalla metà di agosto.
Jovicic ha lavorato in passato per aziende quali Miu Miu, Cerruti, Céline, Bottega Veneta e Tommy Hilfiger. Trascorre l'ultimo periodo presso Cacci&Co. Advisors, società di consulenza specializzata nel settore luxury.
Barrato, dal canto suo, ha alle spalle oltre 50 anni di carriera nell'industria della moda: un percorso iniziato nel retail, che lo ha portato alla guida di Ralph Lauren Purple Label e Black Label e alla presidenza di Brioni negli States, ruolo mantenuto per 20 anni insieme alla nomina di amministratore delegato. Prima di sbarcare a Moncler Usa, ha seguito la propria azienda JJB Consulting.
Patricia Malone diventa invece ceo di Bruno Magli negli Stati Uniti, progettando il rilancio del marchio sul mercato Usa. La manager supervisionerà il business wholesale e retail di calzature e accessori del brand per uomo e donna, in vista dell'apertura nei prossimi mesi, segnalata da wwd.com, di una showroom e di una nuova sede del marchio nella zona di Central Park, a New York. Malone ha un'esperienza maturata in aziende del fashion, quali Gucci America e le filiali statunitensi di Dior e Fendi. m.d.a.
stats