Nuove regole per la filiera della pelletteria del lusso

Sarà presentato domani presso l’I-Place di Scandicci (Fi), sede del Consorzio Centopercento Italiano, il disciplinare per la filiera della pelletteria del lusso a garanzia della qualità totale.
Il documento, che verrà illustrato all’interno del seminario “Tracce sulla pelle: un nuova disciplina per la qualità totale della filiera del lusso” (il cui programma è scaricabile dal sito www.i-nnovation.it), si propone di regolamentare l’intero settore della pelletteria made in Italy, dalle aziende che vi operano ai consumatori.
Messo a punto nell’ambito del Felafip (Fabrica Ethica Laboratorio Filiera Pelletteria), il progetto è nato su proposta del Consorzio Centopercento Italiano ed è coordinato da Regione Toscana e dalla Commissione Etica Regionale.
Tra le sue linee guida: stabilire i requisiti di responsabilità sociale, economica e ambientale per le realtà operanti nel settore della pelletteria e per l’indotto; definire le metodologie di verifica dei suddetti requisiti; fornire percorsi sostenibili attraverso sistemi di gestione integrata per le microimprese toscane collocate in distretti e filiere; rispettare i valori sociali e umani che ogni azienda deve assicurare.
m.g.
stats