Nuovo corso per il business internazionale di Gap

Andrew Rolfe, responsabile della divisione internazionale di Gap, lascerà entro fine mese la società in cui era entrato alla fne del 2003, per coprire un ruolo di maggiore responsabilità in TowerBrook Capital Partners, società Usa di private equity.
Rolfe non sarà sostituito, come ha comunicato il fashion retailer statunitense a cui fanno capo i marchi Gap, Banana Republic e Old Navy, dal momento che il segmento internazionale si sta spostando verso un modello organizzativo decentrato.
"È dal 2004 – ha spiegato il chief executive officer di Gap, Paul Pressler – che questa divisione sta seguendo nuovi modelli di business, trasferendo funzioni chiave, come il merchandising e il marketing, nei mercati locali e costruendo specifici design di prodotto e team di sviluppo".
In futuro, le attività in Europa e Giappone faranno riferimento direttamente a Pressler. Il business internazionale di Gap, che conta 450 negozi in Gran Bretagna, Francia, Canada e Giappone, ha un valore di circa 1,5 milardi dollari l’anno ed è considerato dal gruppo un “elemento chiave per la crescita a lungo termine”.
La società ha annunciato di recente un accordo in franchising con il fashion retailer e distributore di orologi F.J. Benjamin, per l’apertura di store con bandiera Gap e Banana Republic a Singapore e in Malesia nel 2006 e 2007.
fi
stats